Cantieristica e pesca, Paolini fa il punto della situazione su Marina Group

di 

18 giugno 2015

Marco Paolini*

 

FANO – Il settore della nautica mostra i primi segnali di ripresa. In questo contesto l’Amministrazione Comunale è impegnata nella realizzazione della pista delle barche e a consentire l’avvio del polo cantieristica e pesca all’interno del porto. Nel 2004 la società Marina Group si è aggiudicata, con gara, la possibilità di realizzare il polo della cantieristica e della pesca in un’area in concessione demaniale all’interno del porto di Fano. La durata della concessione è di 62 anni, a decorrere dall’anno 2005. All’attuazione dell’intervento si sono frapposti numerosi ostacoli: iter di approvazione del piano regolatore del porto, aree vincolate dalla presenza dei fanghi di dragaggio, procedure amministrative per l’approvazione dei progetti per le opere di urbanizzazione; criticità aggravate temporalmente dalla grave crisi economica che ha particolarmente investito la nautica. Risolte quasi tutte le problematiche, in un contesto di segnali positivi dall’economia, l’inizio del lavori da parte di Marina Group è ora imminente; la concessione demaniale aveva però un termine, per l’effettivo utilizzo delle aree, a pena di decadenza fissato nel 30 giugno 2015. Pertanto, perché Fano possa beneficiare di una concreta occasione di crescita economica, la Giunta Comunale ha deliberato lo spostamento dei termini dei lavori come segue: il completamento delle opere pubbliche (strade, sottoservizi, pubblica illuminazione e arredo urbano) è fissato inderogabilmente al 31/12/2016 (pena la decadenza della concessione ed escussione della garanzia), l’intervento di manutenzione straordinaria della passeggiata del Lisippo è stabilito al 30/06/2017, il completamento progressivo e per lotti delle edificazioni è posto al 2020. Tutto ciò perseguendo le finalità della procedura di gara e senza alterare la durata della concessione originaria fissata in anni 62 anni. La Giunta Comunale ha ritenuto, nella ponderazione dell’interesse pubblico, di creare le migliori condizioni per cogliere e rafforzare il trend di ripresa dalla nautica ottenendo, contestualmente ed in poco tempo, l’esecuzione degli interventi di urbanizzazione (con investimenti per complessivi 470.000 euro entro il 2016) a cui si aggiunge la necessaria riqualificazione della passeggiata del Lisippo, per ulteriori 140.000 euro. Tutto ciò, unitamente al piano di dragaggio strutturale di prossima realizzazione ed all’appalto entro il 2015 della strada delle barche, grazie alla preziosa vittoria al TAR, apre prospettive nuove e favorevoli per il porto di Fano, per tutta la città ed il territorio di riferimento.

*Assessore ai Lavori Pubblici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>