Terza età del sesso. La seconda parte della rubrica di De.Sidera

di 

18 giugno 2015

Dott. Sabrina Dini*

La “terza età” del sesso e il terzo tempo dell’amore. Seconda puntata dell’appuntamento settimanale con la rubrica di De.Sidera (per leggere la prima parte clicca su http://www.pu24.it/2015/06/17/la-terza-eta-del-sesso-e-il-terzo-tempo-dellamore-nuovo-appuntamento-con-la-rubrica-di-de-sidera/163485/)

Il terzo atto, la terza età, è anzi il tempo in cui bisogna fare qualcosa per colmare le mancanze. Da un punto di vista fisico le persone più mature conoscono meglio il loro corpo, sanno cosa vogliono e non hanno paura a chiederlo,la sessualità della coppia può godere di maggiore libertà, poiché non è più necessario alcun espediente contraccettivo, aumenta il tempo libero e gli spazi fruibili per dedicarsi allo scambio affettivo. Per cui non dico affatto di tentare di tornare indietro nel tempo, oppure di fingersi giovani e di fare come se tutti questi anni non fossero passati ma al contrario accettare che “qualcosa è cambiato” e così cambiare l’approccio con il sesso: La possibilità del coito vaginale o il raggiungimento dell’orgasmo, la frequenza e l’intensità del rapporto hanno un’importanza relativa rispetto al bisogno di vicinanza, alla necessità di sentirsi desiderati e apprezzati, ai valori relazionali che lo scambio sessuale comporta. Eseguire stimolazioni, manuali o orali, prima e durante il rapporto. Spendere più tempo per attività sessuali che vanno oltre il loro usuale repertorio, per esempio può essere utile per entrambi i partner raggiungere l’orgasmo attraverso nuove tecniche.- Incoraggiare il partner a sperimentare piacere sessuale, anche in seguito ad un fallimento erettile. Tale incoraggiamento è utile per ridurre la frustrazione del partner e l’ansia da prestazione. Fare a turno nel dare e ricevere piacere. È importante sottolineare che interventi di consulenza sessuale possono essere molto utili anche a quelle persone anziane che hanno difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti fisici connessi all’età, anche a causa dei pregiudizi esistenti. Tutte queste caratteristiche consentono di non rassegnarsi passivamente all’età che avanza, ma affrontarla ed elaborarla, per utilizzare al meglio le capacità disponibili e le ricchezze esperenziali accumulate negli anni, scegliendo l’impegno di un vivere ancora attivo o il disimpegno di un vivere contemplativo. Ora più che mai ci si deve divertire, si deve fare il possibile per stare bene e dedicarsi con amore alla propria soddisfazione e al proprio piacere, proprio in nome di un tempo non lungo quanto quello passato (2- fine). 

*Psicologa

*DeSidera
L’associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico-sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’ associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:
www.desidera.psico@wordpress.it

www.facebook.com/desiderando

oppure contattarci su
mail desidera.info@gmail.com
cellulare 348.6516339

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>