Cucchiarini (Pd): “Il Comune di Fano sostiene la partecipazione popolare”

di 

25 giugno 2015

Sara Cucchiarini, consigliere comunale del PD Fano

Sara Cucchiarini, consigliere comunale del PD Fano

Sara Cucchiarini*

FANO – Il 24 giugno il Consiglio comunale di Fano approva il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e l’amministrazione comunale per la cura, la rigenerazione ed una fruizione partecipata dei beni comuni urbani”, regolamento che si fonda sul principio Costituzionale della Sussidiarietà (art. 118) e che trova una declinazione pratica e incentivante nell’art 24 dello Sblocca Italia del 2014 che prevede, tra le altre cose, anche la riduzione dei tributi per i cittadini impegnati in attività di volontariato civico, sia singoli che associazioni.

Queste condizioni danno la possibilità, attraverso una reale semplificazione normativa, di creare un regolamento locale tagliato sulle esigenze specifiche del costituendo rapporto tra Cittadini attivi e Comune basato sui principi di fiducia reciproca, trasparenza, responsabilità, sostenibilità, proporzionalità, adeguatezza ed informalità (art 3 del regolamento) e finalizzato a valorizzare ed usufruire dei beni immobili e degli spazi di proprietà dell’ente tanto quanto a valorizzare il cittadino stesso che dando nuova vita a beni e spazi concorre al prendersi cura della comunità stessa.

Un regolamento che è solo  un punto di partenza ed andrà ad essere plasmato secondo le esigenze che il dialogo con il cittadino renderà necessario. Entro 60 giorni dall’approvazione del suddetto, il Comune presenterà una lista dei “beni comuni urbani e degli spazi pubblici” ognuno dei quali sarà affiancato da indicazioni di carattere generale delle finalità da perseguire (intervento di street art, cura del verde, interventi di rigenerazione di spazi ed edifici, eccetera) che sarà pubblicata sul sito istituzionale. A questa lista potranno essere aggiunti nuovi beni e spazi su suggerimento degli stessi cittadini ed anche le finalità possono recepire inclusioni e modifiche; entrambe le azioni saranno comunque oggetto di delibera di Giunta quindi frutto di una scelta amministrativa che recepisce le richieste, fa le scelte e avvia i processi.

Le forme di sostegno da parte del Comune sono di diverso tipo: agevolazioni in materia di canoni e tributi locali, collaborazione attraverso la messa a disposizione di materiale di consumo o di dispositivi di sicurezza, coperture assicurative, forme di sostegno finanziario a titolo di compartecipazione o risorse finanziarie a titolo di rimborso dei costi sostenuti ed anche queste saranno fatte note attraverso il sito internet del Comune di Fano.

Il consiglio comunale di Fano

Il consiglio comunale di Fano

Numerosi Comuni si sono dotati, o lo stanno facendo, di un proprio regolamento e tra le esperienze più virtuose ci sono quelle di Torino, Bologna e Siena, dove la vitalità della partecipazione attiva si lega a doppio filo con le circoscrizioni o le organizzazione di quartiere mettendo in evidenza così il tema che questo regolamento va a favorire: la partecipazione. Tema molto caro a questa amministrazione quello della partecipazione che però, a causa di ristrettezze di bilancio, è stato comprensibilmente superato da altre necessità nella lista delle priorità amministrative in merito all’investimento di risorse, trova però in questo regolamento un alleato e un punto di forza perché oltre a favorire la cura di spazi su tutto il territorio comunale e la valorizzazione dei cittadini attivi,questo crea le condizioni per mettere edifici o spazi a disposizione dei quartieri favorendo così la strutturazione o la nascita di forme di aggregazione di quartiere per inibire conflitto sociale e  vuoti urbani restituendo pari dignità e importanza ad ogni  zona\quartiere del Comune di Fano.

Ringrazio quindi l’assessore Carla Cecchetelli per aver intrapreso il percorso, la Giunta per l’impegno condiviso e gli uffici impegnati in questo lavoro che è solo all’inizio ed ha tutto il mio appoggio in quanto intravedo la possibilità concreta di sviluppi democratici e partecipativi nuovi per questa città.

*Consigliere Comunale PD, I Commissione consiliare AFFARI ISTITUZIONALI E GENERALI – PARTECIPAZIONE POPOLARE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>