A Riccione Ciné con serata dedicata a cinema e cibo e Massimo Boldi ospite

di 

26 giugno 2015

RICCIONE (Rimini) – Si svolgerà a Riccione dal 27 giugno al 3 luglio la quinta edizione di Ciné – Giornate Estive di Cinema, l’appuntamento dell’industria cinematografia nazionale, promosso e sostenuto da ANICA in collaborazione con ANEC e di ANEM, e prodotto ed organizzato da Cineventi. Quest’anno con una grande novità: Ciné Plus, un programma e una serie di eventi speciali dedicati alla città. Ed è proprio Ciné Plus con la CinéArena ad aprire questa nuova edizione sabato 27 giugno.

La serata, con inizio alle 21, dà il via alla settimana di cinema all’aperto in Piazzale Ceccarini. Nell’anno dell’Expo anche Ciné dedica una serata al cibo e a come è stato raccontato e rappresentato nel cinema, diventando talvolta anche protagonista assoluto. Si alza il sipario con il documentario Quando l’Italia mangiava in bianco e nero. La tavola degli italiani degli archivi Luce (regia di Andrea Gropplero di Troppenburg, durata: 20 min.), presentato quest’anno nella sezione Culinary Cinema del Festival internazionale del Cinema di Berlino.
Un viaggio sorridente nella storia e nella filosofia concreta di un’eccellenza mondiale: la cucina italiana. Energia, convivialità, tradizione e sperimentazione. Ma anche educazione, emancipazione, e su tutto una ricetta per il buon vivere. Da Totò a Vittorio Gassmann, da Aldo Fabrizi ad Alberto Sordi, da Anna Magnani a Domenico Modugno. A seguire il cortometraggio di Ermanno Olmi Il pianeta che ci ospita (durata: 11 min. Per gentile concessione della Fice e di Artech Digital Cinema): tre anni di riprese lungo l’Italia, dal Monte Bianco a Lampedusa, immagini semplici eppure intensissime per omaggiare il nostro Pianeta. 11 minuti che attraversano il Belpaese nelle sue espressioni naturali: gli elementi, la flora, la fauna e l’essere umano con il suo lavoro.

Infine, in chiusura, la proiezione del film Amore, cucina e curry (di Lasse Hallström, con: Helen Mirren, Om Puri, Charlotte Lebon,. Durata: 122 min.
Per gentile concessione della Universal Pictures Italia). Tratto dal bestseller di Richard C. Morais,Madame
Mallory e il piccolo chef indiano, il regista Hallstrom
(suo anche il sensuale Chocolat) cucina una
commedia tanto deliziosa quanto delicata, che racconta l’ascesa di un giovane masterchef di Bombay in un piccolo paesino ai piedi dei Pirenei.

Nel corso della serata verrà anche consegnato, per il primo anno nell’ambito di Ciné, il Premio Cinecibo. Il premio Cinecibo è un riconoscimento assegnato ad attori che abbiano interpretato magistralmente scene in cui è protagonista il cibo, o a registi, sceneggiatori, produttori, che si sono distinti nella valorizzazione dell’arte culinaria, della territorialità e della tipicità enogastronomica locale, dando anche impulso al cineturismo come modalità di promozione dei luoghi d’interesse storico della nostra penisola. Negli ultimi anni si sono aggiudicati il premio Giuseppe Tornatore, Ferzan Ozpetek, Luca Miniero, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Richy Tognazzi, Luca Argentero e Raul Bova. A Riccione, nella serata di sabato, sarà premiato con il Cinecibo 2015 Massimo Boldi, uno dei volti più noti della commedia italiana degli ultimi 40 anni.

Accesso alle proiezioni

Tutte le proiezioni della CinéArena sono gratuite. L’accesso alle proiezioni è regolamentato mediante inviti in distribuzione presso il Palazzo del Turismo in Piazzale Ceccarini (dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16 alle 19). Non sono ammessi più di 4 inviti a persona per lo stesso film. L’ingresso sarà consentito fino all’esaurimento dei posti. L’invito non è un titolo d’ingresso e pertanto non garantisce il sicuro accesso alla sala.

Per informazioni e programma: www.cinegiornate.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>