“Il paesaggio come risorsa”. Domani convegno e tavola rotonda al Teatro comunale di Cagli

di 

3 luglio 2015

Teatro comunale di Cagli

Teatro comunale di Cagli

CAGLI – Investire sul paesaggio come risorsa per uno sviluppo sostenibile e durevole dei nostri territori. Se ne parlerà sabato 4 luglio, dalle ore 9.30, nella Sala del Ridotto del Teatro comunale di Cagli, in occasione del convegno “Il paesaggio come risorsa” promosso dalla Società italiana di geologia ambientale Sigea (Sezione Marche) con i patrocini dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali delle Marche, dell’Ordine dei geologi e di Legambiente Marche, in collaborazione con la Provincia di Pesaro e Urbino, l’Unione Montana del Catria e Nerone, il Comune di Cagli, l’Alta Scuola e l’Associazione italiana sommelier.

Dopo i saluti del sindaco di Cagli Alberto Alessandri e del presidente dell’Unione Montana del Catria e Nerone Francesco Passetti, si susseguiranno vari interventi, coordinati dal geologo Endro Martini, responsabile sezione Marche di Sigea: le studiose Olivia Nesci e Rosetta Borchia dell’Università di Urbino illustreranno il “Paesaggio nell’arte: un museo all’aperto nel Montefeltro”, l’agronomo Paola Sabbatini, consulente del Consorzio di Bonifica delle Marche, si soffermerà sul paesaggio rurale e sulle opportunità offerte dall’agricoltura, Enrico Gennari dell’Università di Urbino e di Legambiente parlerà dei “Paesaggi geologici e paesaggi dell’acqua: criticità e opportunità”, mentre i “Paesaggi del vino nella provincia di Pesaro e Urbino” saranno illustrati da Raffaele Papi dell’Associazione sommelier di Urbino, per concludere la prima sessione con una relazione del direttore del Teatro comunale di Cagli Sandro Pascucci su “Paesaggio e cultura”. Seguirà una tavola rotonda moderata dal presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini, a cui interverranno i consiglieri regionali Federico Talè e Gino Traversini, il presidente dell’Ordine dei Geologi delle Marche Andrea Pinocchi ed il presidente dell’Ordine dei dottori Agronomi e forestali delle Marche Marco Meneghini, consulente di Linea Verde. Al centro dell’attenzione, le prospettive di riqualificazione, tutela e valorizzazione del paesaggio come risorsa per lo sviluppo locale delle aree interne.

“Il paesaggio dell’entroterra marchigiano e specialmente quello dei borghi storici, fiumi e monti dei comuni dell’Unione Montana del Catria Nerone – evidenzia il geologo Endro Martini, organizzatore dell’evento –  esprime un’identità caratterizzata da luoghi ancora sconosciuti a molti, in grado di offrire momenti di benessere non solo per chi arriva ma anche per chi accoglie e può ospitare. Questo paesaggio costituisce elemento di sviluppo di un turismo innovativo a pochi chilometri dalla costa, in una natura ancora ben conservata. Mi auguro che il convegno contribuisca a far cogliere questa opportunità, nell’ambito della strategia pilota delle aree interne che si sta costruendo in questa zona, e non solo, anche attraverso un’azione di tutela attiva del territorio che favorisca la mobilità e la possibilità di raggiungere senza troppa fatica queste aree dell’entroterra”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>