Una nuotata per la vita. Il tuffo di Monica Priore, atleta diabetica, dal Moletto di Pesaro

di 

7 luglio 2015

PESARO – E’ stata la prima atleta diabetica in Europa ad aver attraversato lo stretto di Messina (nel 2007). Per Monica Priore il mare è la sua vita, l’acqua il suo elemento naturale. E’ il mare che le ha dato l’idea di promuovere un’importante iniziativa di sensibilizzazione e farla conoscere in tutta Italia.
“Volando sulle Onde della Vita” nasce dunque per promuovere l’importanza della pratica regolare di attività fisica, per i benefici che arreca al corpo. Non solo. Vuole anche essere un progetto diretto a contrastare le forme di ignoranza legate al diabete di tipo 1.

Un momento della conferenza

Un momento della conferenza

Il tour di Monica Priore ha preso il via in Puglia, per poi spostarsi in Molise, Abruzzo e ora nelle Marche, a Pesaro, dove ha fatto tappa oggi per poi proseguire nelle altre regioni italiane.
L’atleta è seguita nel suo itinerario da un camper, in ogni regione effettuerà una traversata in mare o in lago di alcuni chilometri.
A Pesaro l’atleta ha percorso circa 3 chilometri, partendo dalla zona del Moletto in direzione Fano, per poi tornare al punto di partenza.
“Si tratta di una iniziativa molto importante – interviene l’assessore al Benessere Mila Della Dora – perché si pone l’obiettivo di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sui grandi benefici dell’attività fisica sul nostro corpo. Fare sport è essenziale per mantenersi in forma, per prevenire malattie, ma anche per tenere sotto controllo patologie come quella del diabete, molto diffusa anche nella nostra provincia. Al progetto di Monica Priore va quindi il plauso e il sostegno mio e dell’Amministrazione comunale”.

Guarda il programma: Progetto Volando sulle Onde della Vita 2015-ENTI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>