Vaierani, ecco il jolly per la nuova Vis di Pazzaglia: “Torno a casa”

di 

7 luglio 2015

Classe ’88, cresciuto nelle giovanili della Vis pre-fallimento, svezzato dal Real Montecchio capace, ai tempi d’oro, di raggiungere due volte i playoff di Serie D con Lazzaro Gaudenzi in panchina: Davide Vaierani, il Dani Alves del Vismara, esterno d’attacco riconvertito terzino destro da mister Pazzaglia, da oggi è ufficialmente un nuovo giocatore della Vis Pesaro. Tecnica eccellente, maturità acquisita con oltre 100 presenze in D e quasi il doppio in Eccellenza, poliedricità al servizio della squadra. Con Gaudenzi giocava ala destra, con Angelini centrocampista centrale, con Scardovi fantasista e con Pazzaglia terzino destro: ogni volta è stato un valore aggiunto, una piacevole sorpresa. Nei piani della nuova Vis, alla luce dell’infortunio di Giovanni Dominici, dovrebbe ricoprire il ruolo di terzino destro ma, in un campionato lungo e scorbutico come è l’Eccellenza, potrebbe tornare utile anche in altri ruoli. “Per me è un ritorno a casa, ho una carica pazzesca  – sono le sue prime parole -. Alla Vis sono cresciuto con Manuelli allenatore, giocavo insieme ad Ale Rossi e Paoli. Per me è un grande onore essere stato chiamato dalla Vis”. Arriva dal Vismara dove, in 4 stagioni, ha portato da protagonista (tripletta nella finale playoff di Promozione, tre anni fa) i giallorossi dalla Promozione ai vertici dell’ultima Eccellenza.  Dopo Costantino e Tombari, la Vis con Vaierani trova un altro colpo… eccellente. Aspettando un ripescaggio in Serie D che, da ieri, è forse meno utopistico: delle 20 squadre che hanno fatto ufficialmente domanda, la Vis sarebbe in 11-12 esima posizione. Insomma, dipende da quanti posti liberi si creeranno…

Vaierani marcato da Gabbianelli

Vaierani marcato da Gabbianelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>