Andreolli, Marchetti e Redaelli: “Valorizzare la Chiesta di Sant’Ubaldo”. Mozione approvata, la soddisfazione

di 

8 luglio 2015

PESARO – Esprimono soddisfazione i consiglieri del quartiere centro – mare Paolo Marchetti Felici Giunchi e Michele Redaelli della Lista Civica INSIEME PER a seguito dell’approvazione della mozione di indirizzo presentata in Consiglio Comunale dal consigliere Dario Andreolli (NCD) avente come oggetto la valorizzazione della Chiesa di Sant’Ubaldo.

Ringraziamo il sostegno alla mozione da parte del Consiglio Comunale ed in particolare Dario Andreolli. La medesima nasce – sostiene Paolo Marchetti – con il preciso intento di valorizzare uno dei luoghi dimenticati del centro storico a pochissimi passi dalla Piazza del Popolo. Non dimentichiamo che la Chiesa accoglie la tomba voluta da Francesco Maria II per le spoglie dei genitori, Guidubaldo II Della Rovere e Vittoria Farnese e che tra il1926 ed il 1931, su progetto dell’architetto Mario Urbani, la stessa divenne la cappella votiva per i caduti pesaresi di tutte le guerre”.

LEGGI L’ Istanza Sant Ubaldo depositata

Adesso – conclude il consigliere Michele Redaelli – metteremo questo progetto, anche attraverso l’intero Consiglio di Quartiere, a disposizione di tutte le realtà, le associazioni ed i singoli cittadini, che vogliano impegnarsi per uno dei simboli dimenticati della nostra città”.

In conclusione “In particolare – aggiungono i consiglieri di quartiere Marchetti e Redaelli – Sarebbe opportuno che la Chiesa venisse inserita in un percorso turistico più adatto permettendo la visita non solo per due ore la domenica mattina, ma a chiunque ne abbia il piacere. Non solo, la Chiesa di Sant’Ubaldo, riconoscibile dai punti più alti della città, potrebbe godere di maggiore visibilità se la cupola in piombo venisse illuminata come già avviene per i campanili di Sant’Agostino e del Duomo”

Michele Redaelli consigliere di quartiere centro mare (INSIEME PER)
Paolo Marchetti Felici Giunchi consigliere di quartiere centro mare (INSIEME PER)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>