Fano, Bacchiocchi (PD): “Edilizia, sospeso l’incremento degli oneri di urbanizzazione e promozione fonti rinnovabili”

di 

8 luglio 2015

Alberto Bacchiocchi*

 

FANO – Nella seduta del consiglio di oggi, mercoledì verranno discussi due punti all’ordine del giorno che riguardano molto da vicino il settore edilizio.

Bacchiocchi (PD)

Bacchiocchi (PD)

Settore che, come sappiamo, versa in profonda crisi da ormai diversi anni, creando notevoli difficoltà a imprese, artigiani locali e privati cittadini.

Proprio per questo l’amministrazione comunale, in continuità con le scelte fatta negli anni precedenti, continua ad avere un occhio di riguardo nei confronti di questo settore, nell’intento di favorirne la ripartenza, soprattutto locale.

A tal proposito si è deciso di sospendere l’incremento degli oneri di urbanizzazione fino al 30 giugno 2016, incrementi previsti da una delibera del consiglio comunale (n.107) del 03.05.2012, ma mai applicati, e rimarranno invariati almeno fino a giugno 2016.

Questo provvedimento è stato approvato i giorni scorsi dalla prima commissione, con 4 voti favorevoli e un astenuto (Fano5stelle).

Il secondo punto riguarda l’approvazione del regolamento in attuazione del D.lgs. nr 28 del 03.03.2011, il quale prevede la promozione dell’utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di calore, elettricità e raffrescamento, obbligando le nuove costruzioni e le ristrutturazioni rilevanti a una copertura dei consumi del 35% fino al 31.12.2016 e del 50% dal 01.01.2017.

Anche questa delibera è stata approvata dalla prima commissione da tutti e 5 i componenti.

Dei piccoli ma precisi segnale di questa amministrazione, nei confronti dell’ambiente e del supporto all’economia locale.

*Consigliere comunale Partito Democratico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>