La Nazionale di basket sorde nata a Pesaro è quinta al Mondiale di Taiwan 2015

di 

11 luglio 2015

La Nazionale sorde è quinta ai Mondiali di Taiwan dopo aver battuto per 48-36 la Turchia nella finalina per il 5-6 posto. Confermarsi ad alto livello non è mai facile nello sport, lo sa bene la Svezia che dopo aver vinto i Mondiali di Palermo nel 2011 qui a Taiwan è arrivata soltanto ottava, perdendo l’ultima gara contro Taipei e dando ulteriore valore alla vittoria centrata dalle azzurre il giorno prima. La battaglia è durata 20′: finchè l’asse play-pivot delle turche, davvero super, è riuscito a controbattere il gioco di squadra delle azzurre, con sette giocatori a segno e Bonomi ancora miglior realizzatrice (13 punti). E’ stata Sara Canali, però, la chiave del match, capace di condurre da play le compagne quando ne avevano bisogno e di armare il suo braccio per le triple che hanno piegato le gambe alle avversarie. Dopo un primo tempo equilibrato (23-17), le azzurre si Sara Braida hanno ingranato un ritmo più alto e portato a casa il risultato che volevano. Senza l’infortunio di Galimberti, che ha tolto alla squadra la più esperta per due partite, forse sarebbe andata diversamente. Ma sale nello staff (un applauso alle colleghe Betta Ferri e Beatrice Terenzi) la consapevolezza che questa squadra è pronta per una medaglia. Appuntamento agli Europei del 2016.

La nazionale Sorde quinta  nei Mondiali: una conferma, ora appuntamento agli Europei del 2016

La nazionale Sorde quinta nei Mondiali: una conferma, ora appuntamento agli Europei del 2016

 

Un commento to “La Nazionale di basket sorde nata a Pesaro è quinta al Mondiale di Taiwan 2015”

  1. VisPesaro scrive:

    Bravissime!!!! Complimenti, ragazze!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>