67 anni al sapore di caffè, il premio della Provincia ad Alberto Pascucci

di 

17 luglio 2015

Il presidente della Provincia Daniele Tagliolini ha consegnato una creazione dell’orafo Facchini e un attestato di pubblica benemerenza alla carriera al fondatore della “Caffè Pascucci” Alberto Pascucci, accompagnato dai figli. Azienda, si legge nella benemerenza, “dedicata fin dal 1948 alla torrefazione del caffé e alla commercializzazione nel mondo di un prodotto di qualità, biologico e solidale, contribuendo a promuovere l’immagine dell’Italia e del nostro territorio”. “Quando ho visitato l’azienda Pascucci – ha spiegato Tagliolini – sono rimasto affascinato dai racconti di Alberto, dalla storia ripercorsa attraverso la torrefazione, le macchine del caffé, le sfide vinte, il passaggio di testimone al figlio Mario. Abbiamo bisogno di queste testimonianze, dei racconti di chi, tanti anni fa, in condizioni ben peggiori, ha saputo guardare al futuro e al proprio territorio”.

Tagliolini premia Alberto Pascucci insieme al dirigente della Provincia Grandicelli

Tagliolini premia Alberto Pascucci insieme al dirigente della Provincia Grandicelli

La serata è proseguita con la presentazione, da parte del ristoratore Rolando Ramoscelli (esperto di cucina tradizionale storica) e dell’enogastronomo Giuseppe Cristini (narratore del gusto) dei produttori di tipicità della provincia che hanno aderito a CreAttività e che hanno offerto degustazioni. Si tratta di “La Baciocca” di Urbino (crescia sfogliata di Urbino), “Cantina Bruscia” di S.Costanzo (vino biologico), “Terra Bio” di Urbino (Consorzio agricoltori biologici), “Cantine Mariotti” di Montemaggiore al Metauro (vini e olio), “Caseificio Val D’Apsa” di Urbino (casciotta di Urbino dop), “Conventino di Monteciccardo” (oli, vini, distillati), “Pasta di Montagna” di Bellocchi di Fano (pasta all’uovo della tradizione), “T&C Tentazioni” (tartufi di Acqualagna), “Birra Amarcord” di Apecchio e “Caffè Pascucci” di Monte Cerignone.   Conclusione in musica con “Rossini incontra Piazzolla” del duo Vanessa Scarano (clarinetto) e Giacomo Rotatori (fisarmonica) del Sonàrt – Orchestra sinfonica Rossini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>