Spiaggia per cani, l’Osservatorio per gli enti locali dice no a Villa Marina

di 

19 luglio 2015

Dall’Osservatorio per gli enti locali riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

OSSERVATORIO: SI alla spiaggia per i cani ma non a Villa Marina.

Non possiamo fare a meno di esprimere la nostra piu’ netta contrarietà alla possibile localizzazione della spiaggia per i cani nell’area di Villa Marina.

E’ netto il giudizio dell’Osservatorio degli enti locali, sulla ipotesi circolata in città nelle scorse settimane, di prevedere la possibilità, insieme ad altre opzioni, dell’utilizzo della spiaggia di ponente per ospitare i canidi, che ha provocato un vivace dibattito culminato con la presa di posizione di numerosi cittadini attraverso una petizione popolare presentata al Sindaco Ricci.

Nessuno – afferma l’Osservatorio – mette in discussione il diritto dell’Amministrazione Comunale di incrementare il livello dei servizi in favore dei bagnanti,utilizzando sperimentati modelli gestionali o di creare nuove opportunità lavorative, così come nessuno vuole contestare la possibilità per i cittadini di usufruire di uno spazio marino per i loro animali, quello che mettiamo in discussione è il possibile utilizzo della principale spiaggia cittadina, utilizzata durante la stagione da migliaia di cittadini e da numerosissimi ospiti stranieri, per gli oggettivi inconvenienti che si determinerebbero.

Fatta salva la salvaguardia dei diritti – scrive l’Osservatorio – basta solo utilizzare il buon senso per trovare una soluzione che preveda l’utilizzazione di uno spazio marino meno frequentato, di più facile controllo e in grado di provocare minori disagi e minori rischi alla mobilità dei bagnanti e alla loro salute.

Le altre opzioni richiamate, sempre sul versante delle spiagge libere, anche dalla stessa Amministrazione Comunale – rileva l’Osservatorio – per le loro caratteristiche e la loro collocazione possono avere, oggettivamente, un ruolo meno impattante rispetto all’utilizzo da parte dei bagnanti.

L’Osservatorio richiama peraltro la opportunità che l’Amministrazione Comunale definisca nel dettaglio il progetto di ospitalità dei canidi alfine di garantire ai cittadini ogni utile elemento d’informazione e chiarisca la portata delle eventuali prescrizioni dettate dalle autorità sanitarie per la “specializzazione” della concessione.

Siamo convinti – conclude l’Osservatorio – che alla luce delle proposte della opinione pubblica l’Amministrazione Comunale sia in grado di compiere la scelta più giusta rappresentando l’interesse complessivo della città.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>