Delitto Ismaele, Igli chiede perdono. La linea del legale: una lezione degenerata. Tutta l’Italia ci guarda (di nuovo)

di 

22 luglio 2015

PESARO – La storia di Ismaele Lulli, a 17 anni, per mano di due ragazzi poco più grandi di lui, è stata ripresa da tutti i quotidiani nazionali.  Disarmante la normalità e leggerezza con cui i due albanesi hanno pensato di commettere un gesto atroce e di così efferata violenza. Ma disarmanti anche alcuni commenti successivi, di terze persone, altrettanto dotati di una leggerezza che, in casi come questo, dove la vita di una ragazzino è stata spezzata e con essa la vita di tante famiglie,  meriterebbero un pensiero più approfondito.

Ismaele è stato vittima di una vera e propria trappola, dettata da un movente passionale. L’autore materiale sarebbe stato Igli Meta, 20 anni, residente a Urbania: era convinto che Ismaele ci avesse provato con una sua ex ragazza. Marjo Mema, 19 anni, avrebbe aiutato Igli nell’esecuzione e nella trappola tesa al giovane vadese. I due giovani albanesi, di 19 e 20 anni, entrambi nati in Albania ma perfettamente integrati con le loro rispettive famiglie nella provincia di Pesaro e Urbino, hanno cominciato a collaborare, facendo le prime ammissioni, rendendosi conto solo piano piano, forse, dell’enormità del fatto commesso. Igli, tramite il suo avvocato Salvatore Asole, oggi ha chiesto perdono alla famiglia e alla cittadinanza. Immagini, parole e circostanze purtroppo già viste e riviste in passato.

Sarebbe prevista nelle prossime ore una sua piena confessione (che potrebbe portare a individuare l’arma del delitto) mentre verrà sicuramente rimarcata, da parte del legale, l’assenza di premeditazione: l’atroce delitto, secondo questa prima linea difensiva, sarebbe stato solo il frutto una “lezione”, di un incutere paura, degenerato poi del dramma.

Così il fatto sui giornali nazionali:

Ismaele

Ismaele Lulli

Ismaele

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>