Regione, Minardi si dimette da vice presidente del Consiglio: “La giusta e leale risposta che un uomo verso cittadini e democrazia”

di 

25 luglio 2015

ANCONA – “Le gravità delle dichiarazioni espresse dal Vice Presidente Zaffiri nei confronti del Prefetto Gabrielli, rischiano di arrecare un irrimediabile danno alla credibilità del massimo organo di governo dell’Assemblea legislativa regionale. Ad esse, peraltro, non hanno fatto seguito le sue dimissioni, come richiesto dal Consiglio a larghissima maggioranza nella seduta del 21 luglio.
Per questo, ritengo che sia irrimediabilmente venuta meno la necessaria serenità politica per poter continuare il percorso avviato con il mandato che mi è stato affidato. Lo rimetto pertanto all’Assemblea, rassegnando le mie dimissioni da Vice Presidente.”
Questo il testo della lettera inviata poco fa dal Vice Presidente del Consiglio Regionale, Renato Claudio Minardi, al Presidente Antonio Mastrovincenzo.
“Credo che questo mio atto – afferma Minardi – sia la giusta e leale risposta che un uomo, chiamato a sovrintendere le istituzioni, debba dare quando rispetta la democrazia e i cittadini che è chiamato a rappresentare”.

Dichiarazione Presidente Gruppo PD, Gianluca Busilacchi, su dimissioni vicepresidente Minardi

“Nonostante il voto dell’Aula a favore delle sue dimissioni e la relativa richiesta delle due massime cariche della Regione, il Presidente della Giunta, Luca Ceriscioli e quello del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, Zaffiri si è dimostrato sordo.

Il Partito Democratico ha concesso alcuni giorni al consigliere leghista per riflettere e per far valere il profilo istituzionale richiesto dalla carica che riveste. Zaffiri ha invece preferito anteporre alla dignità istituzionale, che lo avrebbe dovuto costringere a lasciare la vicepresidenza, l’interesse proprio e di parte di attaccamento alla poltrona.

Il PD non ci sta. Ringraziamo, quindi, Renato Claudio Minardi per il suo gesto di responsabilità, generosità e senso delle istituzioni. Il suo passo indietro dalla carica di vicepresidente è un passo avanti per la giusta rappresentanza dei marchigiani in Assemblea legislativa, che non meritano, neanche in minima parte, di essere rappresentati da chi non ha senso del pudore e coscienza dell’importanza del ruolo che ricopre”.

Gianluca Busilacchi

Presidente Gruppo consiliare PD Marche

Dichiarazione del segretario regionale del PD, Francesco Comi, sulle dimissioni del vicepresidente Minardi

“Ancora una volta il Partito Democratico si è dimostrato il detentore del più alto senso di responsabilità e ha dovuto tutelare l’integrità istituzionale dell’Assemblea legislativa delle Marche compiendo una mossa che chi avrebbe dovuto avere la dignità di fare non ha fatto. Zaffiri, dopo la sua inconcepibile e imperdonabile esternazione contro il prefetto Gabrielli non poteva più continuare a ricoprire la prestigiosa carica di vicepresidente del Consiglio regionale. Restando ostinatamente fermo sulla sua posizione e attaccato alla sua carica, dimostrando così ulteriormente la sua inadeguatezza al ruolo, ha costretto il PD a trovare una soluzione per restituire dignità all’Assemblea. A mali estremi, estremi rimedi”.

Francesco Comi

Segretario regionale PD Marche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>