Il Carpi da A incantato da Urbino. Mister Castori: “Il top allenarsi nel ducato”

di 

28 luglio 2015

URBINO – Squadra che vince non si cambia. Ma nemmeno terreno d’allenamento durante il ritiro estivo, tantomeno se il terreno sul quale ci si è allenati è quello ducale. Il Carpi consolida il rapporto con Urbino e anche quest’anno è tornato in ritiro nella città dei duchi, vista la spumeggiante stagione che ha portato i biancorossi emiliani in seria A per la prima volta nella loro storia. Una strana cabala, forse dovuta a un mix fatale di aria buona, arte e gustose cresce, o alla verde erba dello stadio Montefeltro… non si sa ma è certo che il segmento del turismo sportivo interessa all’amministrazione Gambini.

La squadra di Castori è arrivata domenica 26 luglio e ripartirà il primo agosto. Ogni giorno allenamenti mattutini dalle 11 alle 12.30 circa e pomeridiani dalle 17 alle 18.30. Domani sera amichevole con la Civitanovese alle 20.45. Dove? Ovviamente allo stadio Montefeltro.

Amici da un anno ma già inseparabili la città di Urbino e il club emiliano, tant’è che il rettore dell’Università “Carlo Bo” Vilberto Stocchi ha conferito, lo scorso 25 maggio, alla squadra il Sigillo d’Ateneo, onorificenza riservata alle più importanti personalità che per meriti si sono distinte a livello nazionale ed internazionale. Meriti come promozione nella massima categoria.

“A Urbino abbiamo trovato un campo impeccabile e l’alloggio e la ristorazione dell’hotel Mamiani sono ottimi: questo è fondamentale per un buon recupero post allenamento” ha spiegato mister Fabrizio Castori. Prendendo la palla al balzo, l’assessore alla promozione turistica Maria Francesca Crespini è intervenuta, dribblando tutti, in conferenza stampa con un “Spargete la voce, a Urbino ci si riposa, si mangia bene e in più porta anche fortuna”. “Non posso che essere felice ed orgogliosa che apprezziate la nostra ospitalità”, ha concluso ridendo il membro di giunta Gambini.

Marianna Vetri, consigliere comunale con delega allo sport, è entusiasta che il Carpi football club sia tornato ad Urbino: “Questo dimostra come la nostra città e le nostre strutture sportive siano in grado di ospitare tutti, anche squadre ad alti livelli, e che Urbino può inserirsi alla perfezione in quello che è il segmento del turismo sportivo”.

“Una piccola città che sta investendo in strutture sportive”. A spiegarlo è il sindaco Maurizio Gambini, che ha ringraziato di cuore tutti gli urbinati, in particolar modo gli operai comunali che prima dell’inizio del ritiro hanno compiuto lavori di migliorie per rendere più fluido questo importante periodo di ritiro.

Matteo Scala, responsabile organizzativo generale del Carpi, ha ringraziato tutti per l’ospitalità di questo periodo che ricalca alla perfezione quella dello scorso anno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>