A rischio la Polizia Provinciale. I timori di Italia Nostra

di 

29 luglio 2015

ANCONA – Non solo il Corpo Forestale dello Stato è sulla via del trasferimento o smembramento in altri Corpi dello Stato ma anche la Polizia Provinciale forte di 87 unità nella nostra regione. Secondo “Italia Nostra Marche” : Tra le varie ipotesi quello del loro scioglimento e della mobilità dei singoli presso le varie Polizie Municipali, in ordine sparso. In tale ipotesi sarebbero messe a rischio le funzioni di vigilanza ittico-venatoria ed ambientale svolta dagli 87 poliziotti provinciali, la cui scomparsa determinerà il collasso dei controlli in materia di caccia, pesca, ciclo dei rifiuti, uso del suolo e delle acque pubbliche, gestione faunistica, polizia fluviale e lacustre. La richiesta avanzata al Governo dall’allora presidente della provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, oggi assessore al Personale e Bilancio della Regione Marche, è quella di “preservare la continuità delle funzioni eventualmente anche in altre Polizie o enti diversi dalle Provincie stesse (Regioni)”. polizia provinciale

 Italia Nostra Marche condivide sia le preoccupazioni che le soluzioni proposte, in particolare il passaggio delle Polizie provinciali alla Regione, in modo da preservare continuità ed unitarietà delle importanti funzioni svolte. All’on. Cesetti, oggi assessore regionale al Personale potrà forse essere più facile oggi cercare di incidere positivamente sulle scelte che sta effettuando il Governo, a scapito di funzioni di interesse pubblico in applicazione dell’art. 9 della Costituzione che afferma che “La Repubblica Italiana tutela il paesaggio, il patrimonio storico ed artistico della Nazione”

Un commento to “A rischio la Polizia Provinciale. I timori di Italia Nostra”

  1. Gi.co scrive:

    La polizia provinciale ha solo 2600 unità in tutta Italia eppure accerta un terzo dei reati ambientali scoperti nell’entroterra italiano…verrebbe da dire che sono così pochi ma così efficienti! Oltre al primo presidio contro il bracconaggio e per la tutela della fauna. Eppure ormai in Italia si sanno fare solo le riforme più facili…bastava potenziare la polizia provinciale inserendola nel cfs…oggi quasi defunto dopo 193 anni…e mi chiedo pure se si può alzare uno un giorno e decidere di strappare un pezzo di storia di questo assurdo Paese….la polizia provinciale ha anche antesignani con origini fin dal lontano 1907…anno istituzione guardie delle province. Credo che per evitare caos e disparità debba intervenire la conferenza delle regioni affinché in tutto il Paese venga delineata una linea comune…salvate la polizia provinciale…là dove funziona una delle istituzioni più importanti e utili…alla faccia di chi sostiene il contrario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>