“La stupidità non è un handicap, parcheggia da un’altra parte”. Slogan a corredo di segnali stradali per tutelare la mobilità più debole

di 

29 luglio 2015

PESARO – L’assessorato alla Sostenibilità del Comune di Pesaro aveva annunciato nei mesi scorsi due interventi nell’ottica della tutela della mobilità più debole e pedonale. Due interventi che oggi, l’assessore Riti Briglia, reputa entrambi portati a termine.

L'assessore Rito Briglia

L’assessore Rito Briglia

Nel primo caso, si tratta della nuova cartellonistica, il cui slogan è “La stupidità non è un handicap, parcheggia da un’altra parte”, che è stata installata, soprattutto in zona centro-mare, insieme al divieto di sosta. L’iniziativa rientra nella nuova campagna di sensibilizzazione per sollecitare i cittadini al rispetto delle aree di sosta dedicate ai disabili e contro l’abuso dei permessi.

Il secondo intervento riguarda la tutela della mobilità pedonale in un tratto di strada più volte segnalato dai cittadini come pericoloso. Sono infatti conclusi i lavori per la creazione di un percorso pedonale di 550 metri, lato-centro (dove sono presenti gli edifici) del tratto compreso tra il sottopasso pedonale/ciclabile di via San Decenzio a via Postumo, realizzando così un percorso pedonale continuo da via San Decenzio a viale Trieste. A maggior tutela di tutti gli utenti, in via La Marca, nel tratto compreso tra il sottopasso di via San Decenzio e via Amendola, è stato istituito un nuovo limite di velocità (30 km/h), evidenziato con segnaletica orizzontale e verticale. passaggio pedonale via la marca

Si informa inoltre che il martedì, giorno della settimana in cui il parcheggio San Decenzio è occupato dal mercato settimanale, è possibile parcheggiare gratuitamente nella zona mare, garantendo quindi il mantenimento dei posti auto.

“Con questi due interventi – interviene l’assessore alla Sostenibilità Rito Briglia – dimostriamo l’attenzione dell’Amministrazione Comunale nei confronti della mobilità più debole, che deve avere sempre la precedenza”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>