Erogazione di acqua potabile ad uso domestico, mozione del M5S

di 

30 luglio 2015

PESARO – Nel consiglio comunale di Pesaro di domani verrà discussa una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle, che ha recepito le proposte del Forum Provinciale dei beni Comuni, in cui si chiede al consiglio di impegnare il Sindaco a portare in sede AATO la richiesta di una rimodulazione tariffaria che cosenta la gratuità dei primi 50 litri giornalieri di acqua a persona, recuperando i mancati introiti necessari alla copertura dei costi dalle fasce di consumo più elevate. Questa richiesta eviterebbe al gestore di applicare il distacco del servizio in caso di morosità, sanzione giudicata iaccettabile anche da numerose sentenze. Secondo il Movimento 5 Stelle un sistema di tariffazione che vada a pesare su chi consuma eccessive quantità di acqua potrebbe incentivarne un consumo consapevole e un risparmio della risorsa acqua. I nuclei famigliari numerosi non risentirebbero di tale rincaro, sia perché la quantità di acqua gratuita giornaliera è proporzionale al numero di componenti, sia perché queste possono usufruire di agevolazioni tariffarie già previste (per le famiglie con almeno 5 componenti). L’acqua è un diritto inalienabile ed è un bene essenziale per la vita non assoggettabile a interessi di mercato.
I Consiglieri del Movimento 5 Stelle di Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>