Vallefoglia, l’allarme di Lucarini: “Grandinata di mutui sui cittadini”

di 

1 agosto 2015

Da Luca Lucarini, consigliere comunale di “Insieme per Vallefoglia”, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

Luca Lucarini

Luca Lucarini

VALLEFOGLIA – La storia si ripete? Purtroppo pare proprio di si, quando il ricorso all’indebitamento sembra essere la normalità anziché l’eccezione in un periodo in cui la prudenza e l’oculatezza nel gestire la “cosa pubblica” dovrebbe rappresentare la strada maestra nell’amministrare una comunità..

In questo primo anno di gestione Ucchielli, i cittadini di Vallefoglia sono stati “travolti” dall’attivismo del Sindaco; uno tsunami di parole, comunicati, eventi spot e nastri da tagliare…. tanti nastri da tagliare!

La gente è frastornata e i più (soprattutto coloro che si ostinano a non volersi informare decentemente o, peggio, coloro i quali hanno affidato una delega in bianco ad Ucchielli) vedono il proliferare dei cantieri e l’inaugurazione di nuove opere come condizione sufficiente per tenere a bada la coscienza e approvare l’operato dell’uomo della provvidenza.

I dati economici, quelli scritti nero su bianco, raccontano una storia diversa che tutti i cittadini hanno il diritto di conoscere.

Vallefoglia ha un bilancio annuale che si aggira intorno ai 20 milioni di euro. Come ormai tutti sappiamo, grazie alla fusione, possiamo godere di alcune “flessibilità” e possibilità di spesa che altri Comuni si sognano, eppure si persevera su vecchi metodi politico-amministrativi che, nel medio termine, potrebbero creare non pochi problemi.

Il “tutto e subito” di Ucchielli ha prodotto un programma di investimenti pari a circa 10 milioni di euro in due anni (2014-2015), spalmati in 22 interventi (quelli superiori ai 100.000 euro ciascuno).

Soltanto cinque di questi sono destinati all’edilizia scolastica ma il dato più preoccupante è il massiccio ricorso all’indebitamento per finanziare le opere: sul totale di 10 milioni il 50% è dato dall’accensione di nuovi mutui!

È un dato che deve preoccupare e che ci ha portato più volte a sollecitare il Sindaco e la Giunta a trovare strade alternative o a rivedere le priorità.

Molti capitoli del Bilancio sono sovrastimati (e parliamo di centinaia di migliaia di euro) e alcuni interventi inseriti nel programma triennale dei Lavori Pubblici non sembrano essere così urgenti, eppure il ricorso alle risorse interne per finanziare gli investimenti è un’ipotesi che non viene tenuta in debita considerazione.

Che senso avrebbe arrivare al 2020 con tante opere realizzate per poi non avere più risorse per “mantenerle” o farne di nuove perché il bilancio sarà ingessato da un’enormità di interessi passivi da pagare?

Purtroppo anche la maggioranza consiliare sembra travolta dalla politica “taglia-nastri” messa in campo dal Sindaco e non riesce ad emergere nessuna posizione di novità, nè tantomeno nessuno ha chiesto conto dei tanti finanziamenti pubblici (Regione, Stato, Europa) che dovevano piovere su Vallefoglia grazie all’esperienza e ai contatti altolocati di Ucchielli ma che finora non si sono visti nemmeno in cartolina!

Un anno è già passato.

Luca Lucarini
Consigliere comunale “Insieme per Vallefoglia”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>