Grande Max, il podio di Sepang del Corsaro scatena il web

di 

2 agosto 2015

PESARO – Tornare in sella dopo quasi tre anni di stop e conquistare un podio in Malesia con il terzo posto in gara uno della Superbike, ha riportato Max Biaggi sulle prime pagine dei siti di tutti i giornali.

Il “Corrierone” gli dedica ampio spazio, la Stampa lo definisce “inossidabile” come il Giornale, il Fatto quotidiano ne fa una questione di soldi “sport e miliardi” ma un bello spazio con una foto datata lo dedica pure lui al Corsaro, mentre il Messaggero di Roma fa di Max il profeta in patria.

Max Biaggi sul podio di Sepang

Max Biaggi sul podio di Sepang

Diciamolo: noi ( inteso come chi scrive non come Pu24.it) per Max (che vinse al debutto nella 500 in sella alla scorbutica Honda 500 quattro cilindri 2 tempi battendo – a Suzuka circuito tosto e difficile- un tizio australiano che correva in sella alla Honda ufficiale) abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo e per questo non scriviamo, per non svilire l’impresa del Corsaro; chi ebbe bisogno di disputare dieci gare prima di vincere, al debutto, su quella moto.

Scopritelo da soli.

Ma sappiate che il suo avversario non era l’australiano in sella alla Honda ufficiale, ma un onesto pilota figlio d’arte con un cognome importante (a cavallo di una Suzuki) quello del padre, quello di King Kenny.

Grande Max: vederti al termine di gara uno a 44 anni sul podio col tuo pizzetto che mostra qualche traccia di “bianco” ci ha emozionati, ma ci ha emozionato di più vedere che curvi forte e la gamba e il piede li tieni ben saldi sulla pedana, non li sventoli in pista come fanno quelli di oggi.

E si diciamolo: eri proprio bello da vedere nella profonde staccate e nei curvoni di Sepang e quando hai superato il pilota Kawasaki conquistando il podio non abbiamo potuto fare a meno di mettere in frigo una bottiglia di quello buono: ci voleva.

4 Commenti to “Grande Max, il podio di Sepang del Corsaro scatena il web”

  1. JOE BAR scrive:

    Grande Pilota, dal talento cristallino. Poi con il tempo, dopo aver trovato l’amore, è pure diventato un grande Uomo e buon padre di famiglia. Una carriera lunghissima nella quale avrebbe strameritato, in più di un’occasione, la vittoria del titolo nel 500 GP. Con lo sguardo attento e sempre vispo e il suo fare meticoloso si è sempre conquistato il rispetto di colleghi e tecnici. Qualche spiritoso ha provato a metterlo sotto ma lui non si è mai fatto mettere i piedi in testa da nessuno. Per me sicuramente un modello. Grande MAX!

  2. DAI DE GAS scrive:

    non solo per te joe max è un modello: ricorda quando lo squalificarono con bandiera nera per non fargli vincere il mondiale della 500 al debutto…

  3. LASER scrive:

    Grandissimo Max, un podio leggendario. In questa superbike un Biaggi ci starebbe benissimo in tutte le gare e sarebbe un bene per tutti.

  4. IL BARISTA scrive:

    Macché bandiera nera, se Biaggi avesse avuto un po’ piu’ di umilta’ e un po’ meno presunzione avrebbe vinto almeno due mondiali viste le sue grandissime capacita’

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>