Spiaggia per i cani, De Regis: «Si farà a Baia Flaminia». Ecco dove e come

di 

4 agosto 2015

PESARO – La spiaggia per i cani si farà a Baia Flaminia. «Partirà nel 2016», rende noto Stefania De Regis, al termine della giunta comunale. «Con richiesta d’urgenza – spiega l’assessore – avevamo presentato due mozioni in consiglio comunale, comprensive delle ipotesi in campo (Baia Falminia e Villa Marina, ndr). D’altra parte l’assemblea si era spesa sul tema: avremmo voluto che si scegliesse lì. Ma i gruppi d’opposizione, che probabilmente avevano anche preferenze diverse al loro interno, non hanno voluto discutere le mozioni, contestando l’urgenza». L’impegno di inserire la spiaggia per i cani nella modifica del Piano Spiaggia, però, restava: «Così la giunta, sentita la maggioranza, si è presa la responsabilità della decisione, dopo avere valutato con attenzione i pro e i contro delle opzioni».

L'area interessata

L’area interessata

Sarà Baia Flaminia: «Si tratta di un’area di 52 metri lineari, vicino al fiume (vedi mappa). E’ forse più lontana dalla zona della maggioranza degli alberghi. Ma è una scelta rivolta anche ai pesaresi perché, rispetto a Villa Marina, è più distante dalle altre concessioni. E c’è un’ampia area di spiaggia libera, poco frequentata, essendo più isolata e nella parte iniziale del tratto della Baia». Precisa: «C’è anche una zona nei pressi del fiume che può essere usata come sgambatoio: sarà spiaggia libera, ma gestita da chi prenderà in concessione l’area di 52 metri». Non solo: «Lo specchio d’acqua, che è fuori dalle scogliere, sarà delimitato con le boe. Non inciderà sul resto della balneazione». Sull’accelerazione: «L’urgenza deriva dal fatto che il Piano spiaggia deve essere adottato entro settembre, altrimenti il rischio è saltare una stagione. La volontà è dare agli operatori più tempo possibile per attivarsi e organizzarsi per sfruttare le nuove opportunità, in vista del 2016. E anche il Comune deve fare i bandi per le nuove concessioni che riguardano i chioschi nelle aree libere». Sulla concessione: «Sarà ad hoc, gestita, per avere il massimo dell’igiene. Ringraziamo gli operatori balneari per la loro proposta (dog park, ndr): sicuramente valida, ma non è quello su cui il consiglio comunale si era impegnato. Nel bando prevederemo tutte le attrezzature indicate dall’Asur. Ma vogliamo coinvolgere, per la stesura, anche le associazioni animaliste: ci segnaleranno esigenze e necessità».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>