Ecco i colpevoli dell’incendio sul San Bartolo. Due 19enni “rei confessi” per inopportuna lanterna cinese

di 

5 agosto 2015

PESARO – La Polizia di Stato circoscrive le responsabilità dell’incendio divampato ieri sera (martedì) sul San Bartolo. Rogo che ha mandato in fiamme abbondante vegetazione nella zona di Santa Marina Alta. Dove alle 22.30 di ieri veniva inviata una Volante della Polizia dello Stato susseguente alla segnalazione dell’incendio.

Vigili del fuoco notte

Vigili del fuoco al lavoro

Giunti sul posto assieme a due mezzi dei Vigili del Fuoco gli agenti sono stati avvicinati da un ragazzo e una ragazza, entrambi di 19 anni, che riferivano di aver dato inavvertitamente origine all’incendio, accendendo e lanciando una cosiddetta  “lanterna cinese”. Che invece di allontanarsi verso il mare aperto, come loro intenzione, a causa di un colpo di vento è ricaduta nella falesia sottostante, appiccando il fuoco alla vegetazione. Gli stessi giovani avevano poi provveduto ad allertare con il cellulare le forze dell’ordine ed i vigili del fuoco.

Pompieri che, in breve tempo sono riusciti a circoscrivere e quindi a spegnere l’incendio. Che nel frattempo aveva interessato un’area di circa 1500 metri quadrati sgombera da abitazioni. I due 19enni sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per incendio boschivo colposo.

Proprio in mattinata l’ex presidente del Parco San Bartolo, Luca Acacia Scarpetti aveva stigmatizzato il rischio delle lanterne cinesi per la prossima notte di San Lorenzo (rileggi qui)

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>