“Ciao Ismaele”, Ivan Cottini appassiona ed emoziona davanti alla signora Lulli

di 

6 agosto 2015

MERCATELLO SUL METAURO – Oltre 700 persone il 4 agosto scorso per uno spettacolo davvero speciale. Un mix di emozioni per salutare Ismaele, il giovane di Sant’Angelo in Vado rimasto vittima dalle barbarie di spietati assassini domenica 19 luglio a Sant’Angelo in Vado.

“Un’evento già in programma da tempo – spiega Ivan Cottini, volto AISM e protagonista dello spettacolo – poi, visto ciò che è accaduto, con le ragazze di ArtEmotion, ci è sembrato una bella cosa dedicarlo a Ismaele e alla sua famiglia.”

ArtEmotion, insieme a Cottini,  hanno recitato, cantato e dipinto entrando nel cuore del pubblico presente in piazza a Mercatello. In prima fila anche Debora, la mamma di Ismaele e a fine spettacolo, Ivan, scendendo le scale del palco, la raggiunge portandole un mazzo di fiori e la maglietta con la scritta “Ciao Ismaele” (titolo della serata).

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E’ felice Ivan per il successo di questa quinta tappa e per aver regalato un’ora di svago, per quanto possibile, a Debora e già per la prossima primavera potrebbero realizzare qualcosa insieme a Sant’Angelo in Vado. Una serata dedicata alla famiglia del 17enne a testimoniare la vicinanza di un territorio nel momento più difficile e doloroso della loro vita. Perché le iniziative ideate da Ivan Cottini vanno oltre la sensibilizzazione alla sclerosi multipla, ma sono una “sinfonia” di sentimenti, come l’ amicizia e forza di vivere e di rinascere, anche nei momenti più bui.

Come di consueto il ricavato della serata è stato donato per beneficenza. Non solo ad Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) per la realizzazione di un centro d’ascolto nel Montefeltro, ma anche alla famiglia di Ismaele.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>