Siamo tutti smartphone-dipendenti: indagine sui marchigiani di Sigma Consulting

di 

6 agosto 2015

Uno smartphone

Uno smartphone-dipendente

PESARO – Un marchigiano su 2 utilizza lo smartphone alla guida. Cattive abitudini personali e sociali in aumento a causa degli smartphone. E’ così per il 55% dei marchigiani che possiedono un telefono di ultima generazione ma 8 su 10 non potrebbero più farne a meno. Il 61% dei possessori ritiene WhatsApp, Facebook e le altre possibilità offerte dagli smartphone importanti per coltivare rapporti sociali. E non mancano le cattive abitudini: oltre all’utilizzo alla guida il 72% lo usa mentre cammina in strada; comportamenti pericolosi e socialmente inadeguati. Il 58% dei marchigiani possessori si dichiara “smartphone addicted”. L’indagine sociale condotta dall’istituto di ricerca Sigma Consulting indaga sul rapporto dei marchigiani con il proprio smartphone.

Che siano al lavoro in città o a godersi le ferie sotto l’ombrellone poco importa, i marchigiani non si separano mai dal loro smartphone. L’Osservatorio Sociale sugli Orientamenti dei Marchigiani (OSOM), dell’istituto pesarese di studi socio-economici Sigma Consulting, ha fotografato il rapporto che lega i marchigiani al proprio smartphone. Il 56% dei cittadini possiede un telefonino intelligente e il 76% di questi dichiara che non potrebbe più farne a meno. L’impatto che hanno avuto i telefoni di ultima generazione sulle abitudini quotidiane è però giudicato negativo dal 55% dei rispondenti all’indagine statistica, un dato che dimostra una certa consapevolezza rispetto ai cambiamenti dovuti alla diffusione di questi apparecchi. Ma nonostante tutto, il 61% dei marchigiani ritiene lo smartphone uno strumento vitale per i propri rapporti sociali.

Grafica 1

Marchigiani smartphone-addicted?

Smartphone come una droga? Analizzando alcuni comportamenti si denota come il paragone non sia del tutto azzardato: il 48% dei rispondenti all’indagine dichiara di utilizzarlo alla guida, il 72% mentre cammina, il 49% si estranea da discussioni con amici e parenti per via dello smartphone, il 58% dichiara di prendere, spesso o talvolta, lo smartphone in mano senza un preciso motivo. Il 44% prova addirittura una sensazione di ansia quando ha il telefono spento (o non a portata di mano). Infine, alla domanda diretta su quanto si sentissero dipendenti dal proprio smartphone, il 58% dei rispondenti si è dichiarato molto o abbastanza dipendente, mentre il 42% poco o per niente.

Grafico 2

“La ricerca che abbiamo condotto – afferma Alberto Paterniani direttore di Sigma Consulting – delinea un quadro inquietante in cui le relazioni digitali, sempre più lontane da quelle reali, già oggi influiscono su quote rilevanti di popolazione, quasi la totalità nel caso dei nativi digitali”.

Sigma Consulting ha inoltre indagato su quali fossero le abitudini che i marchigiani mal sopportano nell’utilizzo che gli altri fanno dello smartphone: al primo posto si classifica “l’utilizzo dello smartphone alla guida” (47%), a seguire il 43% dei marchigiani è infastidito dal “rumore provocato dai telefoni in ambienti ritenuti inopportuni”, mentre il 31% dei rispondenti si trova d’accordo sul fatto che non è piacevole osservare figli, parenti od amici estraniarsi a causa dei propri smartphone. E sentire persone che parlano ad alta voce al telefono? Nel 2015 sembra non dare più tanto fastidio dato che viene indicato solo dal 21% del campione intervistato.

Per concludere, un po’ a sorpresa, solo il 9% dei marchigiani ritiene importante possedere l’ultimo modello di telefonino. Ritrovata sobrietà negli acquisti o costrizione dei consumi dovuta alla crisi? L’augurio è che sia solamente il tipico pragmatismo marchigiano, che ha sempre fatto della sostanza, e non dell’apparenza, il suo stile di vita.

Grafico 3

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>