I gestori di Baia Flaminia contro il Comune: “Candele spente a San Lorenzo per protesta, la spiaggia per cani dimostra il vostro disinteresse”

di 

8 agosto 2015

Dai gestori di Baia Flaminia a Pesaro riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera di protesta:

Sig. Sindaco, Sigg. Assessori, Sigg. Consiglieri Comunali,

noi gestori delle attività situate sul litorale della Baia Flaminia abbiamo deciso di NON condividere la manifestazione “Candele sotto le stelle” del 10/08 lasciando le candele spente per protesta, poiché le ultime notizie sulla Vs. intenzione di realizzare qui la spiaggia dei cani, ci hanno confermato definitivamente la Vostra totale mancanza di rispetto e considerazione del nostro lavoro, del nostro entusiasmo e della nostra voglia di partecipare alla crescita turistica della città.

Le continue promesse non mantenute nonché il Vs. totale disinteressamento alle nostre fondate proposte, finalizzate alla risoluzione delle problematiche locali, ci hanno   portato con grande rammarico, alla decisione di NON condividere la Vs iniziativa.

Di seguito Vogliamo una volta per tutte, elencarVi quelle che da anni sono le questioni MAI risolte nonostante la nostra immensa pazienza e disponibilità al confronto:

1) SPIAGGIA DEI CANI: Abbiamo studiato e formulato una proposta, condivisa ed apprezzata da più parti di realizzare un’area gestita da personale qualificato, nell’area verde del Campo di Marte, non trovando da parte Vostra la minima considerazione nonostante la nostra esemplare disponibilità per trovare insieme una soluzione definitiva alla questione.

2) PISTA CICLABILE: Da anni attendiamo la realizzazione dell’ultimo tratto sulla spiaggia. Ognuno di noi ha dovuto adeguare le proprie strutture in funzione di questa opera, impegnandosi economicamente entro i termini stabiliti.

3) RIQUALIFICAZIONE CAMPO DI MARTE E SISTEMAZIONE FIUME: Come sopra, se ne parla da anni, con funzionari sempre diversi (sindaci compresi) e nonostante le promesse fatte, vediamo periodicamente fondi destinati sempre ad altre zone. Non ultima la nuova balera annunciata dal sindaco per il Piazzale della Libertà. Il Campo di Marte dovrebbe essere un’area verde a disposizione della comunità, resta da anni invece abbandonato al degrado e all’incuria. Esiste un eccessivo accumulo dacqua nei giorni piovosi, a causa dei mancanti canali di raccolta e drenaggio del terreno, che causa danni alla strutture esistenti. Inoltre sono necessari interventi lungo il Fiume Foglia quali la sistemazione della barra di foce e la pulizia dellalveo da detriti.

4) SPIAGGIA LIBERA: Mancanza dei servizi minimi di decenza per l’accoglienza dei bagnanti come le docce, i bagni pubblici e il servizio di salvataggio che ogni anno diventa sempre meno presente.

5) PARCHEGGI: Mancanza totale dell’applicazione del “buon senso” da parte degli organi di controllo dimenticandosi che, mentre da noi uno scooter sul prato va sanzionato, in altre zone viene invece permessa la sosta selvaggia lungo una strada statale. Come spesso capita “due pesi e due misure”.  Anche in questo caso abbiamo formulato una proposta per lo sfruttamento dell’area di sosta situata nel piazzale della nuova darsena, servito da bus/navetta riducendo drasticamente i costi della stessa e risolvendo probabilmente il problema.

6) DECORO GENERALE: Dati statistici collocano la Baia Flaminia al primo posto da anni tra i quartieri di Pesaro per prodotto interno lordo e sviluppo urbanistico. Paesaggisticamente rappresenta un tratto di costa unico ed irripetibile lungo centinaia di chilometri di costa, la sua bellezza ed unicità dovrebbero rappresentare la nostra miglior cartolina turistica. Nonostante questi aspetti, la Baia viene tuttora considerata con pregiudizio negativo minandone le potenzialità di crescita con divieti di balneazione fasulli.

Noi crediamo fermamente che in una gestione politica rivolta allo sviluppo turistico e infrastrutturale, la Baia Flaminia debba rappresentare un punto prioritario nell’interesse della cittadinanza tutta. La riqualificazione, lo sviluppo e la promozione di questi luoghi va oltre gli interessi degli imprenditori locali proprio perché rappresenta un patrimonio paesaggistico di tutta la comunità. Quello che chiediamo, è semplicemente di essere considerati e coinvolti nella programmazione e nelle scelte della giunta comunale.

Vi ringraziamo per l’attenzione che ci riserverete e Vi salutiamo cordialmente,

I gestori della Baia Flaminia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>