Franco Morbidelli terzo a Indy: per il tavulliese è il primo podio in carriera

di 

9 agosto 2015

Franco Morbidelli col team (foto tratta da Fb)

Franco Morbidelli col team (foto tratta da Fb)

“Cristina tuo figlio ha fatto terzo a Indy, è sul podio, sei contenta?”.

“Davvero Brusco – è l’incredula risposta della mamma del pilota – grazie per l’informazione sono in treno non ho visto la gara, grazie ora… piango”.

Franco Morbidelli aveva appena tagliato il traguardo in terza posizione a Indianapolis e dal telefono del vecchio cronista la telefonata alla mamma del pilota è partita in automatico perché con lei volevamo condividere questo momento fantastico per la carriera di Franco, il primo podio iridato.

E, per la cronaca, due lacrime sono uscite anche a noi che, molti anni fa abbiamo conosciuto Franco Morbidelli alla corte di Guido Mancini quando “Guidin” ci chiamò e ci disse: “Vieni Brusco che ti presento un bambino che va forte come Capirossi e Rossi (due piloti tra i tanti che aveva già svezzato il buon Guido, ndr), si chiama Franco Morbidelli”.

Allora Franco aveva 12 anni, e Guido e suo padre Livio lo avevano già portato a girare – in gran segreto -in un circuito in Sardegna dove Franco, in sella ad una Aprilia 125GP, era andato fortissimo.

Due anni dopo accompagnammo Franco alla Pramac e Paolo Campinoti (il titolare dell’azienda) insieme a Leandro Scomazzon (ex d.g. Aprilia) lo presero sotto la loro ala e lo portarono a correre in Spagna nel Cev, dove Franco, nel 2009, vinse la prima gara in 125cc e, grazie alla grande sensibilità di Giorgio Specchia, redattore della Gazzetta dello Sport, scrissi un pezzo in apertura di pagina moto che titolava così: “C’è un baby fenomeno nella terra di Valentino”.

Poi Franco è diventato, grazie alla Federazione Motociclistica Italiana che gli mise a disposizione un gran bel team, Campione Europeo della Stock 600.

Chiaramente a Tavullia si erano accorti di avere un campione e Vale Rossi lo ha subito arruolato nella sua Accademia da corsa e oggi Franco, alla sua seconda stagione iridata in Moto2, ha conquistato il primo podio della sua carriera, un podio agguantato di forza da quel ragazzo che è salito per la prima volta su una moto con motore a scoppio a nove mesi: chiaramente aveva “la ruotine” ed era opera del suo babbo, l’indimenticabile Livio.

4 Commenti to “Franco Morbidelli terzo a Indy: per il tavulliese è il primo podio in carriera”

  1. dai de gas scrive:

    bella storia, adesso capisco perche il Brusco ha per Franco un sentiemento particolare.

  2. ARNALDO scrive:

    Mi piace Franco, ma la sua mamma è la parrucchiera vicino all’ingresso ndel pronto soccorso a Pesaro?

  3. Marika scrive:

    Bellissimo questo racconto sulla storia di Franco Morbidelli, bellissima e tenerissima l’immagine della mamma che si commuove per l’emozione sul treno ♡, /6 bellissimo e meritatissimo questo podio che finalmente è riuscito a conquistare il bravissimo e simpaticissimo ” Franky Morbidigno” … :)

  4. IL BARISTA scrive:

    Grande Franco, il Brusco me lo ha presentato al bar un paio di anni fa, un ragazzo con la testa sulle spalle e un gran carattere. Il primo podio vale una vittoria, continua così, noi saremo sempre piu’ contenti e qualcuno continuera’ a versare lacrime di gioia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>