Marquez, Lorenzo e Rossi: ecco il podio della Moto Gp a Indy col fattore “C” di Vale

di 

9 agosto 2015

Valentino Rossi. Foto tratta da twitter

Valentino Rossi. Foto tratta da twitter

INDIANAPOLIS (Stati Uniti) – Il fattore C (quello del fondoschiena inteso come fortuna) è fondamentale per i piloti.

Quello di Vale Rossi (il fattore C) è davvero notevole.

Mettete che prima del Gp di Indianapolis Rossi sia primo in classifica iridata, mettete che in prova il Vale si qualifichi dietro (ottavo) e che se al traguardo in gara si fossero piazzati i tre spagnoli con Lorenzo (il suo immediato inseguitore) vittorioso e i due della Honda davanti a lui, il suo distacco in classifica mondiale dal compagno di squadra sarebbe, a gara conclusa così, di un solo punto.

Invece Marquez in corsa con Lorenzo ha giocato come il gatto col topo e, a tre giri dalla fine dopo che il 99 aveva condotto sin dal via, lo ha passato e staccato relegandolo al secondo posto.

Mettete che Pedrosa, sempre terzo, negli ultimi giri si fa “uccellare” (come direbbe il Sankio) da un super Vale che quando sente il profumo di podio gli si alza il testosterone, gli viene la bava al labbro e il gioco è fatto, perché il 46 supera il “robottino” della Honda senza pietà: il fattore C del nove volte iridato ha colpito ancora…

E chiaro, lapalissiano, che il terzo posto il Dottore lo ha meritato tutto e la sua gioia era comprensibile ma che, per come si erano messe le cose ad inizio gara, alla fine della giostra abbia perso da Lorenzo solo 4 punti in classifica iridata è davvero un bel fattore c… inteso chiaramente come colpo di fortuna.

Fuor di metafora, quella di Indy è stata una grande gara con Iannone quinto nel giorno del suo ventiseiesimo compleanno, Dovi autore di una bella rimonta e Petrucci ottimo e consistente come sempre in sella alla vetusta “Ducatona” bianca e rossa del team Pramac.

Sembra che l’anno prossimo al pilota ternano fidanzato della Irene Staderini daranno una Ducati un poco più giovane, in linea con l’età della morosa.

E attenzione, attenzione amici: la prossima corsa si disputerà tra una settimana a Brno dove il Dottore ha vinto la sua prima gara Mondiale nel 1996 e per festeggiare l’evento, allora, per poco non si schiantò sul muretto dei box e… quando si dice il destino: Vale ha vinto la sua prima gara iridata sul circuito preferito di Biaggi!!!

5 Commenti to “Marquez, Lorenzo e Rossi: ecco il podio della Moto Gp a Indy col fattore “C” di Vale”

  1. Marika scrive:

    Beh dicono che la fortuna aiuta gli audaci… e fattore C (bellissimo) oppure fattore V, o meglio VR 😉 , credo che Vale sia più audace che fortunato… anche se per un vincente, ci vuole anche quella!! E bisogna ammettere che in questo weekend di Indy è andata bene così. .:) ma Vale se lo e’ sudato e meritato questo suo podio, come giustamente e’ stato sottolineato. Così come merita questo attuale primato in Campionato e come meriterebbe … non lo dico vah 😉 Jorge e Marc sono 2 ossi duri Non sarà facile questa 2a parte di stagione, ma Vale è motivato, determinato, non butta via niente, tanto è vero che oggi ha conquistato il suo 10° podio consecutivo di stagione e non aggiungo altro per scaramanzia. È vero che il suo tallone di Achille e’ questo sistema di qualifica, ma vogliamo fargliene una colpa, se poi in gara reagisce sempre in questo modo? :) Col tempo, può essere che migliori anche in quello, ma io attendo sempre fiduciosa, io CREDO in Vale … lasciamolo fare, lui SA sempre come fare e comunque vada, Non mi delude mai… ora per Ferragosto c’è Brno, una pista che piace molto anche a Vale 😉 , ma io Non aggiugo altro, incrocio le dita e senza psi stancarmi, ripeto Forza Vale ♥

  2. Marika scrive:

    Anzi qualcosa la aggiungo… facciamo u po’ di gossip 😀 avevo sentito dire che la Saderini aveva avuto una storia con Petrucci, ma non sapevo fossero proprio fidanzati e spero per lei che almeno lo siano dopo che lui si è tagliato quella barba ispida e nera…. prima era inguardabile, ora non e’ sicuro uno dei piloti più attraenti, ma è migliorato molto, senza contare che gossip a parte, Petrux è davvero bravissimo anche in pista.. poi si sa che l’amore è cieco, anzi … a Brno e’ CECO ahaha battutacce a parte, se sono innamorati davvero è bellissimo, ma sono anche bravissimi a Non far trapelare mai nulla di nulla.. anche se poi mica ci sarebbe nulla di male eh…

  3. JOE BAR scrive:

    Bravo Brusco bell’articolo. Personalmente le pagelle e i giudizi del GP di Indianapolis sono questi: Marquez diventa camomillo per 25 giri poi si sveglia e si ricorda di essere il campione. Stratega voto 10.
    Lorenzo scatta velocissimo al via e prova scappare ma contro lo strapotere del binomio Honda-Marquez deve alzare bandiera bianca: Martello pneumatico voto 9.5
    Partendo dalla piccionaia, in partenza rischia un panino terribile tra altre due moto ma, grazie alla sua esperienza, trova il pertugio giusto per mettersi all’inseguimento dei primi. Raggiunge e supera Pedrosa e poi si fa un pisolino. Pedrosa lo torna terzo e poi finisce largo. Vale, con un occhio aperto e uno chiuso, ringrazia e va a podio. La fortuna aiuta gli assonnati voto 7- (generoso)
    Parte bene guida bene come al solito e quando viene superato da un Valentino assatanato trova la forza di rimanergli agganciato e a serbatoio quasi vuoto, con un guizzo, riconquista la terza posizione. Poi inspiegabilmente, quanto sembrava aver vinto le resistenze del 46 giallo, si avvicina al prato per raccogliere le margherite per un buon infuso di camomilla. Neo iscritto al fan club VR46? Voto 5,5.
    Iannone, con la sua GP15, festeggia un buon compleanno. Chissà se come regalo di compleanno avrebbe voluto guidare la GP14 di Petrucci? Voto 6,5
    P.S. Vale ha vinto la sua prima gara mondiale a BRNO …. in 125 cc. Poi nel primo anno di 500 cc., a BRNO, ha preso paga dal “maestro” Biaggi!!!

  4. IL BARISTA scrive:

    Quando vai a 350 all’ora il fattore “C” non esiste. E’ tutto sudato e meritato e direi che la classifica finale rispecchia quello che quasi tutti avevano previsto. Quindi niente fortuna, niente sfiga, ma solo del gran gas da parte di tutti e un bello spettacolo per noi. Una menzione particolare per Morbidelli che ha conquistato uno splendido podio.

  5. Jack71 scrive:

    aggiungerei soltanto che lorenzo ha sbagliato strategia e che “doveva” far passare mm per studiarlo perche’ non riusciva ad imporre il suo ritmo e qui si notano i limiti di lorenzo che appunto e’ soprannominato martillo . aspetto l’unico corpo a corpo che ancora manca :vale-lorenzo ma abbiamo visto tutti che ancora nell’ 1vs1 il 46 non ha rivali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>