“Non è una protesta di 3 bagnini ma dell’intera comunità della Baia”

di 

9 agosto 2015

Dai bagnini della Baia Flaminia riceviamo, e pubblichiamo, la all’assessore Antonello Delle Noci:

PESARO – Gentile assessore, abbiamo molto apprezzato le sua risposta poiché il nostro obiettivo è proprio quello di ottenere un confronto con la giunta sui temi esposti.

Tuttavia ci teniamo ad evidenziare alcuni fatti: la protesta non è solo “dei 3 bagnini” ma di una comunità intera come dimostrato dalla partecipazione alla conferenza, dalle firme raccolte e dall’appoggio ricevuto da più parti. E pensi un po’, nessuno ha ancora cancellato la sua prenotazione per la cena in spiaggia che si preannuncia affollata, nonostante l’ennesimo tentativo di boicottaggio, questa volta da parte sua. Anche perché mi creda, il suo invito a disertare la Baia non è nulla in confronto all’effetto che ha già procurato la notizia della spiaggia per i cani.

Siamo oltretutto certi che la sua citazione all’articolo 822 del Codice Civile non voleva essere né un ricatto né una minaccia, perché questo modo di porsi nei confronti degli operatori e della cittadinanza, che lei rappresenta, non le farebbe certo onore. Oltretutto non ci risulta l’esistenza di una legge od ordinanza demaniale che ci obblighi all’adesione agli eventi comunali, anche perché la cena comunque ci sarà e soprattutto c’era già stata, da noi pensata, il mese scorso con le stesse identiche modalità.

Ma lei lo sa che alcune delle più belle idee del sindaco sono arrivate proprio da questi tre bagnini?

– L’apertura anticipata e la chiusura al 30 di settembre noi la facevamo da sempre

– L’assicurazione sul maltempo l’abbiamo inventata noi, ce l’abbiamo per davvero e siamo tutt’ora gli unici ad offrire un servizio come questo.

Infine una considerazione sull’interesse comune: se spettasse solo all’amministrazione comunale prendersi cura di questo aspetto, un posto come la Baia Flaminia sarebbe ancora la terra di nessuno mentre per fortuna ci sono imprenditori che grazie alla passione per il lavoro e per certi luoghi, da a voi e alla città un’occasione unica per essere orgogliosi di questo patrimonio.

Ribadiamo che la nostra è una protesta in nome di una comunità intera e invitiamo lei e tutti i suoi colleghi ad un incontro costruttivo per le scelte che determineranno il futuro, speriamo sereno, della Baia Flaminia.

Filippo Sparacca, Simone Mariotti, Giacomo Gaudenzi, Riccardo e Roberta Patrignani e tutti i firmatari del documanto depositato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>