Da Gazebo a Fano, appuntamento con Diego “Zoro” Bianchi e il suo film “Arance e Martello”

di 

14 agosto 2015

FANO – Domenica 16 agosto doppio appuntamento da non perdere per gli appassionati di Zoro. Il regista, conduttore televisivo di “Gazebo” e giornalista Diego Bianchi, sarà infatti presente ad entrambe le proiezioni di “Arance e martello” in programma all’Arena Gabbiano di Senigallia e alla Corte Sant’Arcangelo di Fano, entrambi Cinema all’aperto.

La locandina del film

La locandina del film

All’Arena Gabbiano, Diego Bianchi, alle ore 21.30, presenterà la sua ultima produzione prima dell’inizio dello spettacolo. A Fano, sempre la stessa sera, il regista svolgerà invece un dibattito subito dopo il termine della proiezione. Le due proiezioni inizieranno in contemporanea in entrambe le città. In caso di maltempo le proiezioni saranno effettuate nella sala interna (a Senigallia) e al Cinema Politeama (a Fano).
E’ possibile acquistare sin da ora i biglietti in entrambe le casse dei cinema: così facendo potrete garantirvi il posto entrando subito in sala evitando la fila.
Per Diego “Zoro” Bianchi, nato blogger e rapidamente evoluto nel panorama televisivo fino all’ultimo “Gazebo”, si tratta del primo lungometraggio.
“Arance e martello”, la sua opera prima, è stato presentato alla 71esima Mostra del Cinema di Venezia, e lo vede nel molteplice ruolo di regista, sceneggiatore e attore.
Si tratta di una commedia grottesca, dotata di spiccata intelligenza, capace al tempo stesso di graffiare e divertire, ma sempre mantenendo un ritmo incalzante. “Zoro” veste i panni di un giornalista, impegnato a realizzare un documentario sul mercato rionale del quartiere di San Giovanni, nella capitale. In una torrida estate il clima diventerà addirittura rovente alla notizia che quel mercato rischia la chiusura… L’intera vicenda sarà raccontata dal nostro eroe in presa diretta, armato della sua piccola telecamera portatile per raccogliere umori popolari e sussulti emotivi.
Arance e martello, titolo che rappresenta fedelmente stile ed ironia dell’autore, traspone in questa piccola storia pregi e i difetti dell’italiano contemporaneo. Il film è una satira davvero pungente e invita a riflettere sulla precaria condizione della sinistra italiana. Situazione che “Zoro” ha sempre saputo raccontare abilmente, esprimendo il suo personale disagio di ex militante in crisi d’identità, capace però di riconoscere ed elaborare con spirito caustico le ragioni del sempre più logoro rapporto con la politica e le istituzioni.
Per informazioni www.cinemagabbiano.it, www.cinemafano.it; 071.65375 (Senigallia); 0721.1835218 (Fano); 333.9976194.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>