50° TROFEO LUIGI FAGIOLI A GUBBIO GRANDE SPETTACOLO PER IL CAMPIONATO ITALIANO VELOCITA’ IN SALITA

di 

21 agosto 2015

GUBBIO – Da oggi a domenica ospita la 50° edizione del Trofeo Luigi Fagioli- Gubbio Madonna della Cima, prima delle tre finali del Campionato Italiano Velocità Montagna ( C.I.V.M.). Una data importante per quella che viene ormai considerata la “ Montecarlo” delle salite, la più antica specialità delle corse automobilistiche. Il comitato organizzatore ,sempre efficiente, per l’occasione si è superato con un programma di importanti iniziative collaterali, come quella che questa sera vedrà la consegna del premio “Memorial Barbetti” all’ ingegner Mauro Forghieri , il progettista che più di ogni altro ha contribuito a realizzare con i suoi progetti il mito Ferrari nelle corse.

Un’edizione da record quindi con oltre 220 iscritti che si daranno battaglia in due manches lungo i 4.150 metri che attraversando la “Gola del Bottaccione “ portano alla Madonna della Cima. Tra gli iscritti tutti i principali protagonisti di questo avvincente Campionato, che vede l’ennesima sfida fra il pluricampione italiano ed europeo Simone Faggioli, il toscano con la sua Norma 3.000 motorizzata Zytek, dovrà difendere la conquista dell’ undicesimo scudetto tricolore dall’attacco del trentino Christian Merli, che con la sua Osella PA 30 motorizzata RPE è a caccia del suo primo titolo , che sancirebbe le doti di uno dei più veloci piloti italiani. Fra loro proveranno ad inserirsi due giovani arrembanti, ai quali la matematica permette ancora di sperare, ovvero l’orvietano Michele Fattorini e il cosentino Domenico Scola jr, entrambi con le Osella PA 2.000. Per i due baldi giovani c’è in ballo anche il titolo riservato agli Under 25 e ne vedremo delle belle, Fattorini e Scola jr possono contare sui consigli dei rispettivi genitori validi piloti,con un vantaggio a favore del secondo, che può vantare anche quelli del nonno omonimo Domenico, il “mitico Don Mimì” , vincitore a Gubbio nel 1976. Fra gli iscritti segnaliamo anche la nutrita schiera dei portacolori della Scuderia Catria – Ferdinando Cimarelli e la sua Alfa Romeo 156, Maurizio Contardi con l’Honda Civic e Nicholas Seri con la Peugeot 106, sempre dalla città dei Bronzi c’è Marco Sbrollini e la sua “ mostruosa” Lancia Delta Proto da oltre 500 cv, in lotta per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, del quale Gubbio è valida. Fra le protagoniste anche una cinquantina di auto storiche che si sfideranno per la conquista del prestigioso trofeo a loro riservato, il tutto sarà preceduto dalla sfilata di prestigiose Ferrari. Un week-end spettacolare che vi consigliamo quello di Gubbio, una città unica e suggestiva che offre storia ed emozioni per tutti.

Programma: Sabato 22, Prove Ufficiali 2 manches con inizio alle 10,30.

Domenica 23, Gara su 2 manches con inizio alle 10.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>