Pesaro: 3.000 firme per salvare la spiaggia di ponente

di 

23 agosto 2015

Dall’Osservatorio sulle Infrastrutture riceviamo – e pubblichiamo – la seguente nota:

Ore 10,25, la spiaggia di ponente si è svuotata

Immagine della spiaggia di ponente

PESARO – Sono più di 3.000 le firme raccolte a sostegno della petizione popolare per salvare la spiaggia di Ponente.

Il dato è scaturito da una verifica sul campo, effettuata dagli esponenti dell’Osservatorio sulle Infrastrutture nella giornata di ieri.

Come è noto, l’Osservatorio, in collaborazione con le Associazioni di categoria e gli operatori turistici, si è fatto carico di richiamare la drammatica situazione della spiaggia a causa della graduale e inarrestabile erosione in atto.

In particolare, l’Osservatorio denuncia il venir meno delle opere di difesa del litorale da parte delle scogliere soffolte che hanno perso negli anni, anche per loro inadeguata manutenzione, la loro capacità interdittiva della forza del mare.

Da qui la decisione di un atto formale che chiede alla Regione d’intervenire tempestivamente e in forma esaustiva per fronteggiare tale emergenza.

Attraverso la petizione viene chiesta la realizzazione del rinascimento interno delle scogliere, già previsto in fase progettuale, per accelerare il livellamento dei fondali; l’adeguamento dei varchi della barriere, maggiormente deteriorati; la programmazione e la realizzazione degli interventi di rifioritura che sono necessari per la messa a regime della scogliera.

L’Osservatorio precisa, peraltro, che la petizione è sottoscrivibile fino alla fine del mese di agosto presso i bagnini e gli esercizi commerciali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>