Mei, Udc: “L’acqua non può essere considerata un bene dal quale trarre utili”

di 

28 agosto 2015

Marcello Mei*

Le dichiarazioni rilasciate dall’amministratore delegato di Marche Multiservizi Tiviroli in merito alle problematiche dell’acqua nella nostra provincia meritano delle doverose considerazioni ed un approfondimento da parte di tutte e forze politiche .

Le considerazioni riguardano in primo luogo l’utilizzo del Pozzo del Burano , un giacimento di acque profonde che è considerato strategico, ma che secondo Tiviroli potrebbe passare “senza problemi” ad emungimento più che doppio rispetto ai 35 litri al secondo attuali . Questo riteniamo che sia ancora tutto da dimostrare e comunque prima di arrivare a questa ipotesi l’UDC provinciale ritiene che vadano messe in campo tutta una serie di misure che servano a rendere più razionale l’utilizzo della risorsa acqua.

Un corretto utilizzo dell’acqua comporta un risparmio di energia e di denaro ed anche per questo occorre mettere in campo politiche che vadano in direzione del risparmio di questa preziosissima risorsa.

L’Udc ritiene che, come da anni fatto notare da più parti, occorra sensibilizzare gli utenti su questa tematica , ma che anche la Multiservizi e gli enti interessati possano fare molto sensibilizzando la cittadinanza anche favorendo ad esempio l’utilizzo di appositi miscelatori d’aria da applicare nei rubinetti e nelle docce che consentono di lasciare inalterato il getto ma con un consumo d’acqua inferiore.

Sarebbe auspicabile la creazione di una serie di piccoli invasi per la agricoltura ai quali attingere nei periodi siccitosi, un controllo più rigoroso delle captazioni abusive e anche un impegno ancor più corposo per eliminare le perdite delle condotte idriche.

In definitiva l’UDC provinciale è convinta che il problema acqua sia di fondamentale importanza non solo nell’immediato ma anche e soprattutto in una ottica futura visto che secondo tutti gli studi il consumo nei prossimi decenni è destinato a crescere in maniera consistente e di questo tutte le forze politiche debbono avere consapevolezza se vogliono candidarsi al governo dei nostri territori.

L’acqua non può essere considerata un bene dal quale trarre utili, ma una risorsa estremamente limitata che va utilizzata con oculatezza nell’esclusivo interesse della collettività e tenendo in considerazione la salvaguardia dell’ambiente.

Presidente Provinciale UDC PU

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>