Pesca salata per quattro barche vicino alle piattaforme off-shore: multe da 3500 euro

di 

28 agosto 2015

PESARO – Nella mattinata odierna, nell’ambito dell’attività di vigilanza di polizia marittima e di sicurezza della navigazione denominata “Mare Sicuro”, di controllo sulla filiera della pesca e di monitoraggio ambientale, la M/V CP2086 della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro ha elevato alcuni verbali amministrativi in prossimità delle piattaforme off-shore.

In particolare, sono state oggetto di controllo 4 diverse unità da diporto e contestate, complessivamente, n° 6 violazioni (per un ammontare complessivo di circa 3500 euro) di cui n° 2 per la mancanza delle previste dotazioni di sicurezza in relazione alla navigazione svolta, n° 1 per la mancanza della patente nautica senza limiti obbligatoria per la navigazione oltre il mare territoriale, n° 1 per aver ancorato nel raggio di sicurezza della piattaforma e n° 2 per pescare in suddetta area.

Si ricorda che, per motivi di sicurezza, la Capitaneria di Porto di Pesaro con la propria Ordinanza n. 01/2012 in data 17.02.2012 ha vietato il transito, la sosta, l’ancoraggio e qualsiasi attività di pesca, di ogni specie, nel raggio di 500 metri dalle piattaforme.

“Tale attività di polizia marittima”, ha dichiarato il Comandante Angelo Capuzzimato, “rientrante nei compiti di istituto della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, ha permesso di dare un segnale forte, per scoraggiare quei comportamenti da parte di alcuni diportisti non rispettosi delle normative in vigore che regolano l’uso del mare”.

La Guardia Costiera di Pesaro continuerà a vigilare, anche nell’ambito dell’attività Mare Sicuro, come di consueto, sulle attività a qualsiasi titolo svolte, al fine di tutelare la sicurezza della vita umana in mare, la salvaguardia dell’ambiente marino e costiero, ed a garantire il rispetto delle norme vigenti per lo svolgimento delle molteplici attività che si svolgono in mare.

Si coglie l’occasione per ricordare il Numero Blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale, con il quale è possibile contattare gratuitamente la Guardia Costiera per segnalare le emergenze in mare ed attivare prontamente la catena del soccorso marittimo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>