Consultinvest, battesimo vincente a Montecchio: battuta Stanford 84-81

di 

30 agosto 2015

CONSULTINVEST PESARO – STANFORD UNIVERSITY 84-81

Consultinvest Pesaro: Shelton 14, Basile 3, Gazzotti 6, Lacey 10, Christon 12, Solazzi 0, Pozzo ne, Candussi 2, Walker M.19, Volpe 0, Bocconcelli 0, McKissic 18, All. Paolini

Stanford University: Sanders 0, Cartwright 18, Allen Mal. 1, Pickens 17, Sheffield 0, Allen Mar. 19, Sharma 2, Walker C. 0, Travis 13, Allen R. 11. All.Dawkins

Parziali: 17-23, 22-15, 20-17, 25-26

Arbitri: Sardella, Pazzaglia. Dionisi

Spettatori: 1000 circa

Montecchio di Vallefoglia (Pu) – La Vuelle battezza il suo debutto con una vittoria sofferta ma meritata contro la Stanford University, battuta per 84 a 81 al termine di un match a tratti anche spettacolare con Walker (19) e McKissic (18) sugli scudi, ma tutti i ragazzi biancorossi hanno cercato di dare il loro contributo, considerando che siamo appena all’inizio della preparazione.

Si gioca in un ambiente caldo, sia per la temperatura ancora estiva all’interno del PalaDionigi, sia per la presenza di un migliaio di tifosi che non sono voluti mancare alla prima uscita semi ufficiale della Vuelle 2015-16, assente Marco Ceron – a riposo precauzionale per un lieve torcicollo – la nuova Consultinvest si presenta con il seguente starting five: Semaj Christon play, Trevor Lacey guardia, Shaquielle McKissic ala piccola e la coppia di lunghi composta da D.J. Shelton e Mo Walker ed è proprio il gigantesco pivot canadese a segnare il primo canestro biancorosso con un semigancio da distanza ravvicinata, gli americani si schierano subito a zona due-tre che la Vuelle cerca di bucare con il tiro da tre senza troppa fortuna, aprendo il fianco al contropiede della Stanford che si porta sul 9 a 4, entrano Candussi e Gazzotti al posto di Walker e Shelton già carichi di falli in una Vuelle che deve già recuperare undici lunghezze (4-15 al 6’), prima che un gioco da quattro punti di McKissic sblocchi il tabellone per i ragazzi di coach Paolini, si vede anche Nicolò Basile, fresco di nomina da capitano, che sforna subito un assist per Candussi (10-17) in una Consultinvest che cerca di ricucire il gap e chiude il primo quarto sotto di sei punti sul 23 a 17 ospite.

Il secondo quarto si apre con un tripla di Lacey e un tap-in di Walker per il 22 a 25, con la Vuelle che perde qualche pallone di troppo, dando comunque l’impressione di essere con la testa sul match, senza Christon – in panchina – il gioco biancorosso fatica a decollare, con Basile che non trova il modo di mettere in ritmo i compagni e Stanford University si riporta nuovamente sul più 10 (34-24 al 15’), McKissic raggiunge per primo la doppia cifra con una tripla frontale, mentre Christon sblocca il suo tabellino con due belle entrate per una Consultinvest che piazza un parziale di nove a zero e si riporta ad una sola lunghezza dagli avversari (35-36), Shelton deve tornare mestamente in panchina gravato di quattro falli, ma la Vuelle continua nel suo buon momento e riesce a chiudere aventi il primo tempo sul punteggio di 39 a 38.

Pesaro si presenta alla ripresa delle ostilità con un “quintettone”, schierando contemporaneamente Walker e Candussi con Gazzotti da ala piccola, con Christon e Basile da esterni. il gioco è abbastanza piacevole con le due formazioni che quando possono si mettono a correre nonostante il gran caldo e il pubblico apprezza le accelerazioni di Christon che portano la Consultinvest sul 49 a 45, vantaggio effimero con Stanford che si riporta avanti sul 52 a 51, complice qualche tripla di troppo sbagliata dall’attacco pesarese che dovrebbe appoggiare maggiormente il gioco su un ispirato Walker (19 punti), che segna tre canestri di fila di notevole fattura liberandosi dentro l’area colorata, riportando la Vuelle avanti sul 59 a 55 alla fine del terzo quarto.

Lacey cerca di aprire la scatola ad inizio dell’ultimo periodo con la tripla del più cinque, ma i ragazzi della Stanford University non sono arrivati in Italia solo per ammirare le bellezze locali, Shelton torna sul parquet dopo una lunga assenza e si fa notare con cinque punti di fila, ma è un contropiede sull’asse Christon – Mc Kissic che fa alzare in piedi tutto il pubblico del PalaDionigi, con Shaq che inchioda la schiacciata del 69 a 63, la Vuelle stringe le maglie in difesa e, quando può correre, Christon è una gioia per gli occhi con assist al bacio che i compagni trasformano per il più 10 biancorosso, Stanford sembra accusare la stanchezza, essendo alla terza partita in quattro giorni e sull’ennesima schiacciata di McKissic il match è virtualmente concluso con la Consultinvest che si porta sull’80 a 67 a due minuti dal termine, c’è ancora il tempo per qualche giocata spettacolare prima che la sirena sancisca la vittoria pesarese col punteggio di 84 a 81.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>