Ail, la festa di tutte le feste a Casinina

di 

31 agosto 2015

CASININA – E’ stata e sarà la festa di tutte le feste, quella organizzata il 29 e 30 agosto dalla Proloco di Casinina e Auditore con il patrocinio di Comune e Provincia, a sostegno di AIL (Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma) sezione di Pesaro e Urbino.
Una due giorni dedicata a far conoscere le attività dell’Associazione che lavora in sinergia con il reparto di ematologia dell’ospedale di Muraglia di Pesaro, attività come assistenza domiciliare, raccolte fondi, finanziamento alla ricerca e acquisto di attrezzature.
“Organizzare una festa provinciale a sostegno di AIL è stata una grande sfida ma ci siamo riusciti-spiega una delle organizzatrici, Anna Ubaldini e referente AIL per il comune di Auditore, che continua-non è come vendere le stelle di Natale o le uova di Pasqua per un giorno, l’impegno è stato molto grande.”
Nella giornata di domenica diversi ospiti hanno portato il proprio contributo sul palco intervistati da Lara Ottaviani. Partiamo dalle attività dello staff del professor Visani.
Trapianti di cellule staminali e midollo osseo, le attività principali dell’ematologia di Pesaro per la cura di leucemie, mielomi e linfomi nelle forme di più gravi, poi ci sono le cure in ambulatorio o in reparto, ma anche tanta ricerca. A spiegare la vita dell’ematologia di Pesaro è il primario, Giuseppe Visani:”Facciamo anche tanta ricerca sui nuovi farmaci per sapere a chi destinarli con precisione, agendo così in tempi rapidi.”
Piero Guidi, imprenditore e stilista, ha ricordato un progetto del 1999 nato dalla richiesta dell’allora primario Guido Lucarelli che commissionò a Guidi, e al figlio Giacomo, la realizzazione di una campagna pubblicitaria. Il risultato: Lucarelli al centro, e un girotondo dei suoi piccolo pazienti. Immortalati in scatti profondi, in bianco e nero da Giacomo Guidi.
Alla serata era presente anche il governatore della regione Luca Ceriscioli con delega, per ora, alla sanità che ha ricordato l’importanza delle Associazioni, che, in sinergia con le istituzioni possono veramente rafforzare il servizio pubblico. Nei prossimi programmi dell’assessorato, la riduzione delle liste d’attesa, spiega Ceriscioli, per dare una grande risposta ai marchigiani.
Momenti di approfondimento e divertimento in nuovo format che ha richiamato tante persone e unito la comunità. Una festa riuscita nel ricordo di chi purtroppo con c’è più, o di chi ha sconfitto la malattia. Ma anche nella vicinanza di chi si trova, oggi, sotto le cure dell’ematologia pesarese e dell‘assistenza dell’AIL provinciale. Perché questa è la festa di tutte le feste.
Il ricavato degli stand gastronomici e delle pesche è stato devoluto in beneficenza all’Associazione.

LE FOTO a cura di Patrizio Bartolucci de “Il Grandangolo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>