Ecco Federica Mastrodicasa: “Scesa in A2 perché Pesaro è Pesaro”

PESARO – Due grandi occhi azzurri che scrutano attentamente gli astanti: Federica Mastrodicasa sta cominciando a conoscere l’ambiente rossoblù del Volley Pesaro.

Oggi è stata presentata alla stampa “scortata” da coach Matteo Bertini e dall’enciclopedia vivente, nonché nuovo membro del Consiglio della Società pesarese, al secolo Carlo Campanari.

“Mi sto trovando molto bene nella nuova realtà – esordisce Federica scherzando – siamo un bel gruppo, con le più giovani che tengono sulla ‘corda’ le anziane. Al di là delle battute, le ragazze che l’anno scorso hanno vinto il campionato stanno favorendo l’inserimento delle nuove, e questo è molto importate”.

Perché la scelta di scendere di categoria?
“Diciamo che in A2 ho una certa esperienza e poi Pesaro è… Pesaro!”

Che campionato sarà?
“Difficile e dispendioso, soprattutto dal punto di vista delle trasferte. Rispetto all’A1 ha un ricambio più massiccio e ogni stagione può rappresentare un’autentica incognita: è sempre molto equilibrato. Anche perchè non basta avere dei nomi di grido per avere la certezza del successo: è importante costruire il gruppo!”

Spetta a coach Bertini presentarla tecnicamente: “E’ una giocatrice molto forte in fast e fa del muro uno dei fondamentali in cui eccelle. Ci aiuterà, inoltre, dal punto di vista dell’esperienza perché conosce molto bene il campionato”.

“Abbiamo iniziato presto la preparazione perché voglio che le ragazze si conoscano – continua l’allenatore pesarese – Dobbiamo cementare il gruppo e i segnali di questi primi giorni in palestra, sono positivi”.

E’ il turno di Carlo Campanari: “Sono rimasto sorpreso, ma al tempo stesso inorgoglito, della chiamata di Sorbini e Rossi perché Volley Pesaro è una realtà molto importante. Ma, al di là dei titoli dei cui si è fregiata questa Società, la vera vittoria è stata quella di non abbattersi dopo la ‘caduta': i due Presidenti si sono rimboccati le maniche e hanno permesso a tutti noi, oggi, di essere qui. Un grazie particolare anche a coach Bertini, un vero esempio in palestra come nella vita. Che campionato sarà? Di assestamento, senza inutili voli pindarici. Ma questa società ha un futuro!”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>