Festa del Sangiovese di Coriano. Brindisi oltre ogni previsione

di 

1 settembre 2015

CORIANO – Ha fatto centro la seconda edizione della Fiera del Sangiovese e dei Sapori di Coriano in formula rinnovata. I “numeri” dicono infatti di previsioni raggiunte e superate, con ognuno dei 4 ristoranti in piazza che ha servito oltre 400 portate, finchè tutti hanno esaurito le scorte dei viveri, visto un successo andato oltre ogni ottimistico pronostico. Dalle cantine presenti, sono state venduti oltre 400 bottiglie  per oltre 1200 brindisi. Ad aggiungersi a questo tripudio di sublimi gusti si deve aggiungere quanto realizzato dalla ProLoco di Coriano che con il proprio stand ha cotto 600 piadine e le ha farcite con più di 40 kg di salsicce. Un ottimo afflusso di pubblico, soprattutto nella seconda parte della giornata, complice un clima più che estivo e il caldo che ha fatto sì che il grosso delle degustazioni fossero apprezzate nella serata.
La mattinata è stata caratterizzata invece dal convegno tenutosi al teatro Corte, dove imprenditori agricoli, produttori di vino ed olio, ristoratori e istituzioni si sono confrontate sul futuro possibile per il territorio.
La presenza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ed il Presidente della Provincia Andrea Gnassi, ha dato la possibilità di creare quel filo diretto che tanto può dare alla possibilità di realizzazione delle idee che nascono dai territori e dagli imprenditori stessi. Ponti lanciati per il futuro sviluppo dell’economia locale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ringraziamenti anche a coloro che hanno collaborato per la buona riuscita dell’evento: il vicesindaco Gianluca Ugolini, il consigliere Roberto Bianchi ed il prosindaco Enrico Santini che hanno gestito l’evento. E ancora: a Coldiretti e Strada dei Vini e dei Sapori dei colli di Rimini che hanno arricchito la manifestazione ed alla Proloco che ha dato un fondamentale apporto logistico.
Padrona di casa il sindaco Domenica Spinelli: “Oggi – ha raccontato durante la manifestazione – viene messo in scena un momento di confronto su quello che l’agricoltura significa, non solo per Coriano, ma per tutto il Paese. Per Coriano l’agricoltura è un settore trainante che naturalmente soffre le difficoltà del momento, ma che proprio nelle sue peculiarità trova la forza e la motivazione per resistere. Sacrificio e collaborazione in armonia con i tempi della natura sono lo spirito che da sempre anima il lavoro della terra. Stesso spirito che vorremmo allargare a tutte le attività correlate, trasformazione, ristorazione, accoglienza ed ecoturismo. Coriano non è solo il comune con il maggior territorio agricolo e la maggior produzione, della provincia ma detiene anche importanti record in merito alla trasformazione per qualità e quantità, Il Sangiovese, l’olio e i funghi. Quindi l’agricoltura come il “copione” su cui scrivere un nuovo modo di scoprire e vivere il territorio la “scenografia” sulla quale disegnare un futuro fatto di sinergie e collaborazioni che rafforzino le varie attività dedicate all’accoglienza. Questo vorrà dire nuove idee di impresa e nuovo lavoro ed i questo percorso chiediamo, come Amministrazione, a Provincia e Regione di fare squadra con noi e con tutto il territorio. L’unica ossessione per un amministratore oggi deve essere la ricerca dei posti di lavoro, la giunta Spinelli crede fortemente che l’Agricoltura può essere Accoglienza e quindi posti di lavoro ed indotto. Da Sindaco so perfettamente che non possiamo permetterci di sprecare nessuna opportunità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>