Pollice in su alla valorizzazione dei Mosaici del Duomo. Il plauso di Loffreda

di 

3 settembre 2015

Pierpaolo Loffreda*
imgres“Da molti anni mi batto, con le idee e le parole, da solo e insieme ad altri (vedere la pagina Facebook PESARO CITTA’ D’ARTE E CULTURA), a favore della riconsiderazione, messa in luce e promozione  delle tante meraviglie artistiche e culturali della nostra città, affinché Pesaro possa distinguersi e muoversi dinamicamente nel panorama mondiale odierno. In particolare penso, da sempre, che l’assoluta priorità sia, per noi pesaresi, liberare e far conoscere a tutti i due Mosaici del Duomo, considerati da Federico Zeri, “capolavori unici al mondo, per bellezza e importanza, al pari di   quelli di Ravenna e di Piazza Armerina”. Lo stesso Zeri, quando osservò il nostro mosaico superiore, nel 1999, indicò la soluzione ideale: staccare il mosaico superiore, collocarlo in uno stabile limitrofo, e lasciare, dopo un attento lavoro di restauro, il mosaico inferiore dov’è.
lito3Ora, in vista dell’incontro fra il nostro assessore alla cultura Daniele Vimini e il ministro Dario Franceschini, si prospetta un’altra soluzione: l’innalzamento, al livello dell’attuale pavimento, del  
mosaico superiore, liberando quello inferiore, e, una volta ripulito,  rendere visionabile anche questo con un sistema di passerelle sotto il  livello della chiesa (ci sono circa 2 metri e 70 cm d’altezza). Sono ASSOLUTAMENTE FAVOREVOLE a questa ultima soluzione, recentemente  prospettata: mi sembra utile, praticabile, economica e realizzabile in tempi brevi! Mi piacerebbe che tutta la città si esprimesse sul caso, e che,  lasciando da parte distinzioni politiche e culturali, che in tanti ci  dessimo da fare affinché il progetto possa giungere presto a compimento”.

*Docente Accademia di Belle Arti Macerata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>