Armato fino al collo per combattere l’Isis: fanese 56enne fermato col TSO

di 

5 settembre 2015

Le armi sequestrate al 56enne fanese

Le armi sequestrate al 56enne fanese

FANO – Coltelli a serramanico, pugnali e tirapugni. Sono stati rivenuti dalla polizia municipale di Fano in dosso di un 56enne poi sottoposto a Tso, Trattamento sanitario obbligatorio. L’uomo ha raccontato di essere armato fino al collo perché pronto a combattere l’Isis. Ora è ricoverato in Psichiatria all’ospedale Santa Croce, dopo che sei agenti della Municipale, assieme a due carabinieri, lo hanno intercettato i giorni scorsi nei pressi della stazione ferroviaria e poi seguito fino a casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>