Zucchi (Sinistra e Sel) attacca Ricci sul caso S. Marta e Campus: “Ma non si diceva di costruire sul costruito?”

di 

7 settembre 2015

Andrea Zucchi

Andrea Zucchi

PESARO – Dal coordinatore di La Sinistra e Sel Pesaro Andrea Zucchi riceviamo e pubblichiamo:

“Per il sindaco Ricci non vale già più il “costruire sul costruito”, e approfitta del caso Santa Marta per proporre nuovo cemento! – attacca Zucchi – Probabilmente è l’ennesimo colpo ad effetto del sindaco Ricci, che quando è in difficoltà se ne esce, in perfetto stile renziano, con una sparata per svicolare dal vero problema.  Perchè se così non fosse, e l’idea di rispolverare nuove edificazioni al Campus fosse vera, significherebbe che si sta approfittando vergognosamente della situazione del Santa Marta, usandola per riesumare un progetto, già bloccato grazie alla mobilitazione della popolazione ed in particolare del Comitato Salviamo il Campus, movimento trasversale e partecipato. Con la scusa di edificare una scuola in più, si apriva ad una cementificazione senza precedenti sopra una zona verde, al Campus appunto, dove la scuola era solo lo specchietto per le allodole per ben altri interessi.

Alberghiero Santa Marta

Alberghiero Santa Marta

La prima risposta del PD, dopo l’esperienza del “costruttore” Ceriscioli, rimane sempre quella di nuovo cemento. Alla faccia del motto che piaceva tanto a Ricci del “costruire sul costruito”, già messo da parte col “piano spiagge”, che lancia nuove concessioni sulle spiagge libere, e nuovo cemento sui nostri litorali. O forse Ricci pensa di incassare soldi freschi dalla vendita di edifici pubblici, dopo la disastrosa e forse illegale operazione immobiliare della Provincia? Dopo che già Cassa Depositi e Prestiti ha smentito l’interesse per il Bramante, prezioso gioiello in vendita? O si venderanno forse altre quote di MMS?

L’assessore Delle Noci stava provando a salvare l’Università di Pesaro, ed ora Ricci offre anche questa sede per altre scuole superiori: un uomo solo al comando, come Renzi.
Chissà che proprio questo non abbia promesso di stanziare tanti soldi per fare nuove scuole a Pesaro…in segreto però, perchè al suo passaggio in città ha annunciato solo tagli di tasse!
Avevamo messo da parte i seri dubbi che nutrivamo sul PD, al momento delle scorse elezioni comunali, per sostenere un progetto che prevedeva di scongiurare l’ospedale a Fosso Sejore, tornato invece in auge nella recente campagna elettorale delle regionali; di avere un nuovo PRG, come sta facendo Fano, magari ottenuto coi PORU, e non certo il PRG Light di Ceriscioli, che invece ci ritroviamo; di far valere il principio del costruire sul costruito, ed invece vediamo quanto accade; di mantenere un forte controllo pubblico su MMS, ed invece se ne sono addirittura vendute quote; ed infine di avere un’amministrazione dialogante che puntasse sulla partecipazione (si parlava del Forum del sindaco) mentre ogni decisione arriva dalla mera volontà del sindaco, che lascia all’oscuro di tutto non solo la cittadinanza, ma forse anche i suoi collaboratori. Che La Sinistra se ne sia accorta ben presto ed abbia bocciato l’alleanza col sindaco è cosa ormai nota; chissà che siano anche il resto dei cittadini a rendersi conto che il sindaco pensa più alle lobby che l’hanno sostenuto – dai costruttori ai bagnini, e chissà chi altro – piuttosto che ai veri bisogni della città?”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>