Da Karlsruhe a Fano: gruppo di tedeschi ricevuti in Comune

di 

10 settembre 2015

FANO – Ieri, nella mattinata di mercoledì 9 settembre, presso la sala della Concordia del Comune di Fano sono stati ricevuti 38 tedeschi provenienti da Karlsruhe. Un’importante città che, oltre ad essere nota come centro tecnologico e scientifico, è una vivace realtà artistico-culturale.

Il gruppo era costituito da soci dell’associazione culturale italo-tedesca “Deutsch-Italienische Gesellschaft”, molto attivi nella loro città con l’organizzazione di appuntamenti culturali, corsi di italiano per tedeschi e gruppi musicali.

Come spesso accade i turisti tedeschi hanno voluto trascorrere alcune ore del mercoledì mattina tra le bancarelle del mercato cittadino, per stare a contatto con i rumori, i sapori e gli odori della città di Fano.

Alle ore 12.30 sono stati accolti e ricevuti dal vicesindaco e assessore alla Cultura Stefano Marchegiani e dall’assessore alle Politiche comunitarie Caterina Del Bianco. Vi è stato uno scambio di doni da parte dell’organizzatore e socio-direttivo dell’Associazione “Fridrich Gtutbrodt” e il rappresentante della cultura di Karlsruhe Dr. Michael Heck.

Nel pomeriggio il gruppo ha visitato l’Arco d’Augusto, il Duomo, il Teatro della Fortuna grazie alla Fondazione Teatro che l’ha aperto per l’occasione, gli scavi archeologici sotto la Creval in Piazza e, vista la straordinaria apertura per l’arrivo del ministro Franceschini, la Chiesa di S. Pietro in Valle.

Presso il Teatro della Fortuna il Sindaco Massimo Seri non ha fatto mancare la sua presenza per un saluto come spesso è capitato durante questa estate con i numerosi gruppi di tedeschi che hanno scelto la nostra città per le loro vacanze. Un rapporto consolidato, quello tra la nostra città e la Germania, grazie anche alle celebrazioni del 30esimo anno di gemellaggio con la città di Rastatt.

Un ringraziamento particolare all’organizzatore Mario Salvioni di Corinaldo che ha preparato per gli amici tedeschi un bel programma settimanale con escursioni gastronomiche e culturali nella nostra Regione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>