Anche Varotti ricorda Enzo Mancini: “Il mondo imprenditoriale pesarese perde una delle figure più amate”. Il cordoglio di Tonti

di 

11 settembre 2015

Amerigo Varotti, direttore provinciale di Confcommercio

Amerigo Varotti, direttore provinciale di Confcommercio

*Amerigo Varotti

PESARO – La scomparsa del dottor Enzo Mancini è un lutto per la Confcommercio di Pesaro e Urbino.

Non solo perché la ditta Arturo Mancini è da sempre associata alla nostra organizzazione – il dottor Enzo è stato anche presidente provinciale della nostra Organizzazione e, insieme agli altri past-president, è tutt’ora componente del Consiglio provinciale della Confcommercio.

Nell’anno del settantesimo di fondazione della nostra associazione, a cui la famiglia Mancini ha fortemente contribuito avendo partecipato con il ragionier Celestino Mancini alla costituzione notarile, il mondo imprenditoriale pesarese perde una delle figure più amate e rispettate.

Alla moglie Franca ed ai figli Silvia e Luca le condoglianze più sincere di tutta la Confcommercio di Pesaro e Urbino.

*Direttore generale Confcommercio Pesaro e Urbino

IL CORDOGLIO DI TONTI

“Con Enzo Mancini scompare una figura che ha dato forza e impulso all’economia della nostra provincia”. Così il presidente di Confindustria Pesaro e Urbino Gianfranco Tonti ha ricordato l’imprenditore pesarese morto oggi. “Mi piace ricordare – ha aggiunto Tonti – la stima unanime che si è guadagnata: per la sua rettitudine e la sua laboriosità”.

Per il direttore generale dell’associazione, “Enzo Mancini è stato un uomo sensibile e intelligente: Pesaro perde un cittadino illustre, una risorsa preziosa per il nostro territorio”.

I vertici dell’associazione industriale hanno anche espresso “le più sentite condoglianze alla moglie Franca e a tutta la sua famiglia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>