Delle Noci tira dritto: “Avanti con l’Unione dei Comuni”

di 

13 settembre 2015

Antonello Delle Noci

Antonello Delle Noci

PESARO – Dal vertice con i sindaci di Pesaro, Gradara, Gabicce e Mombaroccio, “il percorso per l’Unione dei Comuni San Bartolo e Foglia esce rafforzato. Avanti con convinzione: è la linea comune e pienamente condivisa”. Lo rende noto l’assessore Antonello Delle Noci, dopo il summit sulla tabella di marcia e sulle prossime tappe procedurali dell’organismo.

“Entro il 28 settembre – anticipa l’assessore – dai Comuni saranno conferite all’Unione le quattro funzioni (polizia municipale, servizi informatici, statistica, protezione civile, ndr). Lo stesso giorno, l’Unione si riunirà per approvare anche il bilancio”.

Un primo step “che renderà l’Unione concretamente operativa dal primo ottobre”. Poi si aprirà la seconda fase: “Subito dopo, cominceremo a lavorare sul trasferimento delle ‘manutenzioni’. In modo tale che dal primo gennaio 2016, l’Unione, essendo fuori patto, possa intervenire anche sugli investimenti”.

Quindi, osserva Delle Noci, “l’Unione, come dimensione ideale per la gestione dei servizi, si concretizzerà in profondità. Con una forza di volontà importante, sul lato dell’innovazione, da parte dei Comuni”.

In parallelo, mentre si farà funzionare l’Unione a quattro, si continuerà a guardare al disegno dell’”Unione a otto”. Su cui, nelle ultime ore, emergono elementi di novità: “Con i Comuni dell’area di Pian del Bruscolo il confronto è aperto. Gli incontri dei giorni scorsi, sul tema, sono sicuramente positivi”.

La consapevolezza di raddoppiare i Comuni uniti, insomma, pare accrescersi su più livelli. “D’altra parte rispecchierebbe il bacino dell’area vasta già esistente attraverso l’ambito sociale”, conclude l’assessore. Che ribadisce: “Andremo avanti con forza. L’Unione è il modello ottimale per ambiti omogenei e gestione dei servizi. Al suo interno, poi, ben vengano percorsi di innovazione tra Comuni più simili e attigui come le fusioni. Ma la valenza dell’Unione, di certo, non cambia: piuttosto ne esce rafforzata”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>