Marquez sbanca il Casinò Misano. Bastianini vince la prima gara in Moto3, ottimo debutto in Moto2 per Luca Marini. Tutte le FOTO di Ballante

di 

13 settembre 2015

Marc MarquezMISANO ADRIATICO (Rimini) – Marquez non aveva mai vinto nella classe regina sul circuito dedicato a Marco Simoncelli.

Oggi ha colmato la lacuna facendo un poco il ragioniere, mestiere che gradisce poco, studiando prima le mosse dei suo avversari Lorenzo e Rossi, poi andando a cambiare la moto, vista la pioggia che da più giri cadeva al Santamonica, mentre i due della Yamaha continuavano a perdere tempo in pista con le gomme da bagnato.

E’ stata la mossa vincente perché poi, con la pista che andava asciugandosi, Marc ha cominciato a danzare alla Marquez e …buonanotte ai suonatori.

Lorenzo è rientrato a cambiare la moto un paio di tornate dopo il collega della Honda ma Jorge un altro errorino lo deve aver fatto visto che alla curva Misano è andato giù di brutto e lì, a Misano alla curva Misano, potrebbe avere pure lasciato la possibilità di conquistare il titolo visto che ora “fortunello” 46 ( che oggi non è stato una volpe perché ha sbagliato i tempi per cambiare moto) col quinto posto conquistato a Misano ora ha ben 23 lunghezze di vantaggio sullo spagnolo.

Insomma una bella gara con Marquez, Smith e Redding in questo ordine sul podio, con Baz quarto e Rossi come detto quinto davanti a Petrucci Iannone e Dovizioso per la gioia dei tanti che hanno invaso la pista siglando il record di 93 mila persone presenti.

Un paio di considerazioni: alla curva della Quercia nel mare di “giallo 46” era presente una piccola isola rossa 93 ed entrambe le tifoserie hanno visto la gara insieme, sportivamente, dimostrando grande civiltà .

Poco più avanti dalla Quercia,in altra tribuna, purtroppo non è stato così perché quando Lorenzo è caduto il tripudio giallo per la gioia è stato, sportivamente, devastante, ma ognuno è responsabile delle proprie azione e tanto più libero di tifare per chi vuole: la civiltà è altra cosa.

Due parole su Pirro, velocissimo in prova con la sua Ducati, costretto ad abbandonare la seconda fila in griglia per un problema tecnico a pochi muniti dal via, e pure su De Angelis che è stato tirato giù da Hernandez mentre lottava nella zona punti.

Per i colori italiani la giornata era iniziata al meglio con la vittoria in Moto 3 di Bastianini, finalmente sul gradino più alto del podio con la Honda del team Gresini, podio che ha ospitato anche Antonelli ( team Ongetta Rivacold) terzo e, scusate le ripetizioni, per la terza volta consecutiva sul podio, quarto Fenati con la Ktm del team Sky byVR46.

In Moto 2 ha vinto Zarco, quarto Corsi, settimo Baldassarri, 16esimo Pasini ma noi vogliamo parlarvi un attimo del Maro, al secolo Luca Marini, 21ensimo al traguardo al debutto in una gara di Moto2 nel Mondiale.

Il tavulliese ha chiuso la corsa senza l’onta del doppiaggio e, soprattutto, si è messo dietro l’esperto Vierge (che nel campionato spagnolo ha già vinto un paio di gare) conquistando la stima di tutto il suo team visto che, nei tre giorni del Santamonica, i suoi tempi sul giro sono migliorati parecchio giorno dopo giorno.

Prossima gara ad Aragon, tra quindici giorni.

LE FOTO DI AMATO BALLANTE

Questo slideshow richiede JavaScript.

7 Commenti to “Marquez sbanca il Casinò Misano. Bastianini vince la prima gara in Moto3, ottimo debutto in Moto2 per Luca Marini. Tutte le FOTO di Ballante”

  1. Marika scrive:

    Questa gara di Misano, dopo Silverstone, è l”ennesima dimostrazione che questo meraviglioso sport è imprevedibile come il tempo, NON bisogna mai dare nulla per scontato, ogni gara è una storia a sé, l’imprevisto è sempre in agguato, bastano 2 gocce d’acqua per scombinare tutte le carte e si può programmare tutto al meglio, ma solo chi sa mantenere lucidità e chi sa adattarsi ai cambiamenti repentini, emerge. La fortuna aiuta gli audaci e Non arriva mai per caso, Vale ha rischiato e puo’ aver fatto anche un piccolo errore di valutazione a cambiare moto in ritardo (tranne i vincitori, difficile indovinarla giusta in quelle difficili condizioni) ma ha saputo tenere sotto controllo il suo avversario principale e se quelle gocce d’acqua arrivate a 9 giri fossero durate 10 minuti in più, Vale forse avrebbe potuto anche vincere la gara. Difficile azzeccarla sempre giusta! Questi sono gli imprevisti del mestiere. Invece a fare l’errore più grave è stato Lorenzo, che ha esagerato con le gomme ancora fredde ed è caduto, come lui stesso ha ammesso, ma fortunatamente senza conseguenze. Il boato che si è sentito NON e’ stato bello neppure per una Valentiniana come me, ma siamo sinceri, questo accade in TUTTE le tifoserie purtroppo e accade quasi a tutti, da sempre!!. Anche a Vale accadeva subire questo, quando cadeva con la Ducati, da parte di certi pseudo Ducatisti che purtroppo ricordo bene NON si limitavano a questo, ma addiruttura gli auguravano di cadere e anche il peggio :( ancor prima che salisse sulla Rossa. Per non parlare di cosa ha dovuto passare il carissimo e indimenticabile Sic♥ da parte della tifoseria spagnola e ricordo che anni fa, fu addirittura minacciato in Spagna :( Cose brutte che nulla hanno a che vedere con lo sport e ben peggiori dei fischi o dei boati. E su FB ho letto da parte di certi vecchi tifosi che anche ai tempi di Schwantz e Rainey accadevano queste cose poco simpatiche, è una reazione umana di certi tifosi meno sportvi. Nella massa ci sono sempre le teste più calde. Il punto è che se per una caduta urlano 10O persone, il rumore si sente meno che non se sono 10.000, ovvio. La tifoseria di Vale e’ abbondantemente la piu’ numerosa e tutto va considerato in proporzione. Però sportività a parte, una volta accertati che Jorge sta bene, anch’io sarei solo ipocrita a dire che sono dispiaciuta di questa sua caduta, anche se in verità avrei preferito vedere un bel duello su pista, come accaduto a Catalunya 2009 ;). Ma fortuna o no, da parte di Vale, c’e’ stata anche tanta abilità a non fare grossi errori e a restare in piedi con una gomma che si sbriciolava a vista d’occhio, ha dominato 3/4 di gara e conquistato punti importanti con questo 5° posto e fortuna o meno, ha distaccato Lorenzo di ben 24 punti. Peccato solo per il podio mancato a Misano che avrebbe fatto felice l’appassionato popolo “giallo” , ma bisogna anche sapersi accontentare ogni tanto. Quasi commovente il calore dei fans di Vale che lo hanno acclamato a lungo sul podio e bellissimo come ha ringraziato e fatto il gesto dell’inchino. Senza contare che poi Vale♥ si è prodigato a fare una marea di autografi, di selfie, tutto per ricambiare l’affetto ai suoi fans, a noi che lo amiamo incondizionatamente. Ma poi, come si fa a non amarlo? 😉

  2. Marika scrive:

    Bastianini è stato molto bravo a centrare la vittoria proprio a Misano. Ormai in Moto 3 abbiamo una nutrita squadra di giovani piloti italiani che stanno crescendo bene, oltre a Fenati, ci sono Antonelli, Bagnaia, Migno e tanti altri si stanno mettendo in luce e il prox anno arriverà anche Nicolò Bulega. :) Ma per tornare a Enea, lo trovo forte, vivace, simpatico. L’altra sera alla Conferenza Stampa Qualifiche Piloti mi ha fatto morire dal ridere quando non capiva l’inglese e chiedeva a Vale, il quale gli ha fatto da interprete ahahaha è stata una scenetta esilarante che ha fatto ridere tutti. 😀 Ma c’è una cosa di lui che mi lascia perplessa: devo osservalo meglio, ma Non mi piace se diventa troppo spavaldo e sopratutto se cerca di imitare Vale. Passi l’orecchino identico al lobo sx (almeno pero’Iannone ha scelto un altro modello) ma quei capelli tricolor si erano già visti sulla testa di un giovanissimo Valentino molti anni fa e in molti lo ricordano, anche grazie alle repliche dei vecchi GP che si vedono di recente su Sky e Raisport. Anche se uno è molto giovane, deve avere la PROPIA personalità, le proprie caratteristiche. Enea è bravissimo anche nei tuffi, ma destino ha voluto che ci sia un certo Zarco che già ci delizia con i suoi salti mortali all’indietro e con tanto di tuta e casco ahaha è bravissimo davvero! Ma se lo facesse anche Enea ormai Non avrebbe senso. Deve inventarsi qualcosa di SUO oppure essere semplicemente se stesso che è la cosa migliore. In Moto2 aspettando Franky Morbidelli che ci auguriamo presto in forma, l’attesa era per la wild card Luca Marini, che ha ben figurato e dal venerdi alla domenica e’ stato in crescendo, migliorato i suoi tempi, fino ad abbattare il muro dei 2 secondi dal suo compagno di squadra, il quale però gode gia’ di molta esperienza nel Mondiale. E come già è stato detto in questo suddetto articolo, Luca è arrivato anche davanti a Vierge e quindi molto buona la sua prestazione e speriamo si ripresenti presto una nuova occasione. In ogni caso, Bravo Luca !!! :)

  3. JOE BAR scrive:

    Dopo la pausa di SILVERSTONE (ero in vacanza a godermi il sole delle Baleari), rieccomi qua con le pagelle del GP di Santamonica visto da bordopista (curva della Quercia) e rivisto a casa in TV. Come consuetudine iniziamo dal vincitore.
    MARQUEZ, sapendo che la sua Honda in questo momento fatica a stare incollata alle due Yamaha dimostra di volere imparare e lo fa con il solito coraggio. Prima prova a restare, con fatica, con i primi della classe poi rientra ai box per primo in entrambi i cambi gomme. Mossa che gli vale la vittoria. Lucido e meno istintivo del solito Marc che conosciamo: a soli 22 anni fa sempre più paura. Voto 10 – SEMPLICEMENTE LUCIDO.
    SMITH è dall’inizio della stagione che dimostra di essere un ottimo pilota ed anche a Misano mette in bella mostra le sue doti quando su una pista bagnata viaggiare con le slick non è consigliato dal dottor Costa. Finisce secondo a circa 6 secondi da Marquez tenendo un passo niente male. Voto 9 – GIOCA IL JOLLY NELLA GARA GIUSTA.
    REDDING spinge subito forte, forse troppo forte tanto è che finisce a terra. Da questo punto in poi inizia la sua magia. Si rialza riprende la gara e alla fine sul traguardo si ritrova sull’ultimo gradino del podio. In queste condizioni di pista dimostra comunque di trovarsi a suo agio; del resto anche a Silverstone ha ben figurato. Voto 7,5 MAGO PER CASO?
    BAZ con impegno e caparbietà porta a casa un meritato quarto posto con una moto non proprio irresistibile. A termine della sua carriera potrà raccontare ai suoi nipoti che un giorno in una delle sue gare arrivò quarto in una gara di MotoGP davanti ad un certo Rossi. Poi se il nipote gli chiederà come ha fatto … beh! Spero che la risposta non sbiadisca troppo l’immagine del nonno eroe. Voto 7 – AUGURI
    ROSSI c’è e alla grande; perlomeno fino a quando la pista è asciutta. Poi inizia la pioggia e si mette in modalità ragioniere. Dimentica la gara e si scorda pure di Marquez. Cosa più grave si dimentica anche che ci sono 150.000 tifosi che lo vogliono festeggiare sul gradino più alto del podio. Passa più tempo a voltarsi indietro per vedere cosa fa Lorenzo che a guardare chi c’è davanti a lui. Finisce 5 e cioè con il peggior risultato della stagione ma buon per lui con undici punti guadagnati sulle disgrazie altrui. Voto 6- MIGLIOR DIFENSORE A UOMO.
    LORENZO bellissimo in prova e in gara ci prova fin da subito come suo solito; resiste bene ai suoi rivali (Rossi e Marquez) poi inizia la pioggia e nonostante l’invito a rientrare ai box commette lo stesso errore di Rossi aspettando troppo tempo. Poi si decide a rimettere le slick un giro prima del dottore guadagnandosi la possibilità di sopravanzarlo ma …. Sul più bello scivola e va a gambe all’aria salutando Misano e Rossi che in classifica si allontana. Torna ai box sconsolato con la visiera appannata …. dalla polvere. Voto 4,5 BELLO E IMPOSSIBILE.
    PEDROSA finisce dietro a tutte le Ducati. Anche lui va in confusione con il meteo che fa le bizze ma da un top raider ci si aspetta decisamente qualche cosa di più. Tra gli spagnoli sicuramente il peggiore. Infatti il suo compagno di squadra vince la gara e Lorenzo anche se si sdraia sull’asfalto ci prova fin che può. Voto 4 PEDROSA CHI?
    DOVIZIOSO e IANNONE arrivano al traguardo in coppia in sella ad una Ducati assolutamente non competitiva. Ma il fatto che Corti li precede mi fa sorgere dei dubbi e pensare che i problemi interni a ducati riguarda anche il rendimento dei piloti ufficiali. Voto 5- SE CI SIETE BATTETE UN COLPO.
    I TIFOSI DI MISANO erano davvero tanti. Un vero spettacolo. 150.000 tifosi forse non si erano mai visti da queste parti. Merito di un Rossi che in qualità di capoclassifica ha ridestato l’interesse di molti valentiniani che si erano scordati l’esistenza del motociclismo nel biennio da ducatista. Cade Lorenzo e tutti o quasi esultano. Sicuramente quando Valentino darà l’addio alle corse Misano sarà semideserta ma almeno speriamo rimangano tifosi più sportivi! Voto 10 con lode COSI’ MISANO E’ BELLISSIMA / Voto 2 PER IL POCO SPIRITO SPORTIVO

  4. IL BARISTA scrive:

    Beh io ho goduto come un matto quando Lorenzo e’ caduto e non me ne vergogno per niente. Poi se gli sportivoni si esaltano per uno che quando guida, sara’ anche pulito, ma sembra seduto sulla tazza, e’ simpatico come un calcio nelle palle, non lo tifano neanche gli spagnoli, allora io preferisco essere bastardo.

  5. Yellow 46 scrive:

    Comunque Grande “Vale”,un pò di fortuna non guasta mai. Bellissima la marea “gialla”,anche se ha badato poco a noi, alludo a quanto successo in gara. Lui è il motociclismo in persona, non oso pensare ( e anche la Dorna lo sa) cosa sarà il Moto Mondiale senza il 46 in pista (chiaramente fra 50 anni). Però sportivamente a parte i gravissimi fischi a Lorenzo dopo la scivolata,c’è un’altro episodio che non ritengo giusto,sempre sportivamente parlando,come è successo già al Mugello, il “Campione dei Campioni” è stato fatto salire sul podio. Come detto Lui è il motociclismo, Lui riempe i circuiti, però in pista ci sono altri piloti e questo trattamento non mi sembra giusto. Non dico che non doveva omaggiare la ” marea gialla” ma per par condicio si doveva scegliere a mio parere un’altra location, sopratutto ieri dove, la per fortuna “leggera” defaillance nel risultato è dipesa da lui. O.K il business,o.k.l’ audience, o.k. il personaggio e o.k. noi “46 dipendenti”, ma lo sport a mio parere in certe occasioni deve essere uguale per tutti.

  6. Marika scrive:

    Tra i Vostri commenti quello che mi ha stupito di più è Yellow46, al quale suggerirei di cedere
    Il suo nick al Barista 😉 ahhaha Scherzi a parte, il Barista anche se ha detto cose forse poco condivisibili, è stato SINCERO, alla faccia di tanta ipocrisia di altri commenti letti oggi nel web …
    Ma Yellow46 , c ome sarebbe a dire che NON ritieni giusto che Vale sia stato fatto salire sul “podio” a salutare100.000 persone PAGANTI che lo acclamavano a gran voce??
    e poi Vale NON è stato mica fatto Salire sul Podio della premiazione….
    È salito sul PALCO del PODIO.,… MICA è salito su uno dei GRADINI !!??? che rappresentano il Podio. Quindi DOVE SAREBBE QUESTA ONTA Antisportiva???
    Io rimango BASITA a leggere certi commenti… NON sei l’unico ad averlo detto oggi, anche qualche giornalista, ma se qualcuno che NON AVESSE VISTO NULLA di questa gara, leggesse certi commenti così assurdi e FUORVIANTI,
    capirebbe ERRONEAMENTE che Vale SIA salito sul podio dei vincitori, quando invece è stato
    CHIAMATO a SALIRE sul PALCO del Podio…. Io dico PALCO perché il PUBBLICO lo ha VOLUTO a
    FUROR di POPOLO e solo dall’alto potevano VEDERLO TUTTI (mica è stato fatto salire per omaggiare il suo 5° posto) ma solo per RISPETTO di TANTI APPASSIONATI che incarnavano la maggioranza del Popolo di MISANO e il POPOLO è SOVRANO!
    Quindi GIUSTISSIMO e SACROSANTO averlo fatto salutare, ringraziare e molto carinamente Vale❤
    si è tolto il cappellino 46, facendo il gesto dell’inchino. Semplicemente adorabile ❤

  7. Marika scrive:

    Riguardo invece ai fischi a Lorenzo e al fatto che si è sentito un BOATO alla sua caduta, forse
    NON sarà bello dal punto di vista sportivo, ma è assolutamente UMANO, SPONTANEO,
    soprattutto dopo aver visto che il pilota NON si era fatto male.
    Questo accade in TUTTE LE TIFOSERIE , ovunque ci sono le teste più calde e se di questi c’è solo
    1 persona ogni 100 tifosi , ovvio che in una FOLLA di 100.000 persone, il BOATO riecheggerà più
    in ALTO che non se sono poche centinaia.
    Ricordo, qualche anno fa, un Gruppetto di Vecchi Pseudo Ducatisti che esultavano quando
    cadeva Rossi con la Ducati (li ho sentiti con le mie orecchie!) e NON solo esultavano, gli auguravano di cadere e di farsi male o anche il peggio  e tutto questo ancor prima che salisse sulla Rossa 
    Solo che essendo in MINORANZA NUMERICA, i loro boati si sentivano meno, ma c’erano eccome e la proporzione era 1 ogni 2, non 1 a 100!
    E perché NESSUNO ha MAI parlato di questo?? Tutti a dar peso a 2 fischi a Lorenzo, ma come mai NESSUNO ricorda che anche il carissimo e indimenticabile SIC aveva subito le stesse scene dalla tifoseria spagnola, anzi se qualcuno ben ricorda un anno fu addirittura minacciato 
    Cose brutte, che nulla hanno a che vedere con lo sport, eppure SOLO contro la tifoseria Gialla,
    i Benpensanti insorgono??

    Senza contare che ho letto nel web, da diversi vecchi tifosi, che anche ai tempi di Schwantz e
    Rainay c’erano gruppetti di tifosi che esultavano se cadeva l’avversario ! Inutile negarlo,
    NON stiamo assistendo ad una Messa fatta di Santi… quelli più sanguigni che NON sanno controllarsi nelle reazioni esistono, sono SEMPRE ESISISTITI e FORSE esisteranno sempre

    Un’altra cosa va segnalata però: se è vero che le Tifoserie FORSE andrebbero educate in questi
    atteggiamenti, è anche vero che certi piloti NON DOVREBBERO PROVOCARE.
    Quanti di VOI hanno visto il dito medio alzato da Lorenzo a Vale nelle qualifiche, perché si è
    lamentato di essere stato ostacolato? A parte che in quel giro Jorge NON era nemmeno a casco giallo, a parte che ha fatto comunque la POLE, a parte che Vale NON lo aveva neppure visto e si è scusato in ogni caso, Lorenzo ha ritenuto di fare comunque reclamo e pare che a Vale abbiano tolto un punto dalla patente. Dato che poi Lorenzo si è reso conto a SCOPPIO RITARDATO che in quel giro LUI STESSO aveva calato il ritmo, NON so se poi a Vale quel punto è stato riabbonato, fatto sta che queste scaramucce hanno inasprito tanti animi, già inaspriti dalla precedente presa in giro di Lorenzo a Vale, quando a Brno aveva inscenato una tartaruga rovesciata, ecc…
    Mi spiace dire queste cose, ma molti tifosi NON perdonano, basta nulla per far scattare una miccia
    E anche i piloti forse dovrebbero controllarsi di più, ma anche loro sono uomini e come TUTTI hanno reazioni individuali, NON si può tenere tutto sempre sotto controllo .

    Ripeto, io NON voglio giustificare questi atteggiamenti, ma nemmeno demonizzarli, senza
    contare la tensione di TUTTI per questo Titolo in palio. Io NON ho esultato, NON ho urlato, ma
    sarei bugiarda se dicessi che NON sono stata felicissima di questi 23 punti in più, se poi sono arrivati parzialmente da una caduta, mi dispiace per Jorge, ma sono contenta per noi fans di Vale.

    Ma la cosa bella è stata che nonostante la marea umana NON ci sono stati incidenti, nessuna rissa
    neppure nella piccola isoletta rossa n.93 era proprio al centro di una marea gialla, ma fortunatamente
    tutto è stato vissuto senza disordini, così come giustamente sottolineato in questo bellissimo articolo.
    Quindi boati, fischi o meno, la maggior parte di noi Tifosi è SANA e NON credo che si potrà MAI arrivare a scendere ai livelli violenti del calcio, ma dobbiamo iniziare NOI a NON ESASPERARE questi episodi.
    Basta dare troppa importanza a queste cose, è stato antipatico ok,
    ma lo hanno detto in troppi, ne hanno parlato troppo e più se ne parlerà, più si ripeteranno in maggior misura.
    Anche i giornalisti secondo me dovrebbero parlarne meno e per questo apprezzo il tono con cui
    Brusco ha fatto solo un cenno in questo articolo, senza però strumentalizzare l’episodio, come al contrario,
    è accaduto in diverse altre pagine, che hanno fatto scaturire lunghe polemiche aspre, inutili e controproducenti.
    Un minimo di buon senso ci vorrebbe sempre da parte di tutti e chi più lo ha, lo usi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>