Prg e assetto idrogeologico: Cna Marotta chiama Fano al confronto

di 

15 settembre 2015

FANO – Un summit tra il Comune di Fano e quello di Mondolfo-Marotta per risolvere le questioni più scottanti relative al territorio. Ad auspicare il confronto tra le due amministrazioni è la CNA di Marotta che – dopo aver presentato il Progetto “Mondolfo-Marotta città” – ritiene indispensabile un incontro tra le due amministrazioni confinanti per affrontare alcune questioni relative al Piano Regolatore Generale; in particolare dell’area passata amministrativamente dal Comune di Fano a quello di Mondolfo.

CnaEd ancora tra i punti più spinosi e urgenti, vi è quello della assoluta mancanza di opere compensative relative alla terza corsia dell’A/14. Una situazione che ha già causato e rischia di causare nuovamente gravi dissesti idrogeologici e che mette a rischio l’intera zona in caso di forti precipitazioni. “Sono queste solo alcune delle ragioni – dice il presidente della CNA di Marotta, Tomas Vesprini – che ci spingono a sollecitare un confronto tra i due Comuni. Il nostro obiettivo è infatti quello di tutelare e salvaguardare le imprese ed i cittadini di questi quasi due chilometri quadrati di territorio (che conta 2.700 abitanti ed un centinaio di imprese), che in questo momento registrano numerose difficoltà a causa di questo stato di incertezza e di piuttosto confuso passaggio amministrativo”.

Nei giorni scorsi, intanto, la CNA di Marotta ha incontrato il sindaco e gli amministratori del Comune di Mondolfo, relativamente al Progetto “Mondolfo-Marotta città”; una sorta di piattaforma contenente le principali questioni che riguardano il territorio del Comune elaborate dall’associazione con il contributo di ordini professionali e tecnici del territorio. “Oltre al Prg e al dissesto idrogeologico – dice il responsabile dell’area territoriale della CNA, Fausto Baldarelli – con gli amministratori abbiamo discusso di Studio del territorio, una sorta di monitoraggio dell’intera zona alla luce del nuovo assetto territoriale; del nuovo regolamento edilizio che deve prevedere opere premiali per chi realizza edifici energeticamente passivi. Ed ancora di imposte comunali sugli immobili e di disparità delle rendite catastali tra le abitazioni di Marotta ex Fano e i territori confinanti ed infine di contratti di locazione abitativa agevolata”. Su tutti questi punti la CNA ha intavolato un positivo confronto con l’amministrazione comunale mondolfese. Di più. Sono stati gli stessi amministratori locali a sollecitare un confronto-incontro con i loro colleghi del Comune di Fano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>