Un Cortile da leccarsi i baffi. Domenica ottava edizione urbinate con le prelibatezze del territorio

di 

16 settembre 2015

URBINO – Torna il Cortile del Gusto. Un’ottava edizione per un’intera giornata – quella di domenica 20 settembre – da trascorrere tra le prelibatezze della provincia. Manifestazione ideata e organizzata dall’enogastronomo Giuseppe Cristini in collaborazione con l’azienda speciale della Camera di Commercio di Pesaro, Aspin2000-Terre di Rossini e Raffaello.

Giuseppe Cristini alla presentazione del Cortile del Gusto 2015

Giuseppe Cristini alla presentazione del Cortile del Gusto 2015

Fra la proclamazione della principessa, o perché no, il principe della sfoglia, il campionato provinciale di tagliatore di prosciutto di Carpegna d.o.p. e la lezione sulla storia del territorio del professor Bruno Papi sarà l’occasione per trascorrere una domenica di fine estate alla riscoperta di un territorio e della sua gente.

Un’ottava edizione che non si svolgerà come d’abitudine nel Cortile di Collegio Raffaello ma, e non poteva essere altrimenti, alla DATA – Orto dell’Abbondanza Presidio Expo 2015. Tanti gli appuntamenti nel corso della giornata, contornati dall’esposizione e degustazione delle tipicità e rarità della nostra terra. Si inizia alle 10 con il taglio del nastro e brindisi di benvenuto, show cooking dalle 13 narrati dallo chef Gianluca Passetti dove verrà proposta una ricetta anti-spreco che verrà realizzata con una spesa di soli 3€ e in pochi minuti, dalle mani di Lady Paola. Infine un omaggio a Gioacchino Rossini che, oltre essere stato un grande compositore, era anche un buongustaio e un’eccellente cuoco. A riproporre i menù lo chef Raf de Feo.

Quello che era stato pensato come un’appuntamento itinerante ha trovato la sua casa dalla prima edizione ad Urbino e, sempre più persone raggiungono questo evento per riscoprire quella che è una vetrina del pesarese e dove i protagonisti saranno i produttori che custodiscono i segreti della genuinità. Alle 11 la proclamazione dell’imprenditore agricolo dell’anno. Non mancheranno i prodotti dell’alveare, vini, birre artigianali, il pane di Mercatello sul Metauro, i salumi di montagna e il vino di visciole, la pera Angelica di Serrungarina, l’olio d.o.p. di Cartoceto, la patata rossa di Sompiano e sua maestà la Casciotta di Urbino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>