Un venerdì con il cinema di Pasolini. Continuano le iniziative a 40 anni dalla scomparsa dello scrittore-regista

di 

16 settembre 2015

pasolini_h-1PESARO – Pasolini e il cinema e Pasolini e l’antichità saranno i due fili conduttori della conferenza che si terrà venerdì 18 settembre alle ore 18 nella sala teatro San Terenzio in via Rossini, nell’ambito del ciclo di conferenze curate da Paolo Montanari dal titolo “Ricordare Pasolini a 40 anni dalla morte’’.

Il ciclo ha come enti patrocinatori il ministero del Beni Culturali, che ha inserito la manifestazione pesarese nel cartellone di iniziative nazionali per ricordare il grande intellettuale, poeta, regista, pittore, giornalista, scrittore. Fra gli enti organizzatori l’Arcidiocesi di Pesaro, l’Università degli studi Carlo Bo di Urbino, il conservatorio G. Rossini di Pesaro, il settimanale diocesano il Nuovo Amico, associazione culturale Pegasus, Assonautica di Pesaro e Urbino, Unilit di Pesaro e Urbino, Rufa di Roma, Centro studi e archivio Pasolini di Bologna e Centro studi Pasolini di Casarsa, Fondazione Marche Cinema, Presidenza del Consiglio comunale.

L’incontro dal titolo “Il cinema di Pier Paolo Pasolini’’ avrà come relatori Roberto Danese, docente di Filologica classica, direttore del centro studi internazionali plautiniani e critico cinematografico e Paolo Montanari, giornalista, critico cinematografico. Montanari farà un’analisi del cinema di Pasolini dal primo film Accattone fino ad arrivare al Vangelo secondo Matteo, per il primo periodo del Pasolini “realista’’, il secondo periodo con Uccellacci e uccellini, la trilogia della vita, Teorema e Porcile fino a giungere alle 120 giornate, che proprio in questi giorni è stato presentato alla mostra di Venezia, nella copia restaurata, che ha ottenuto un premio. Roberto Danese, partendo da Medea ed Edipo Re, affronterà il tema del mito e della classicità in Pasolini, evidenziando anche gli studi e le traduzioni che il grande intellettuale bolognese fece sulle opere di Plauto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>