Marche Nord, l’affondo dell’On. Cecconi (M5S): “Incapacità a ogni livello di gestione”

di 

18 settembre 2015

Il deputato Andrea Cecconi

Il deputato Andrea Cecconi

PESARO – “È passata vergognosamente in sordina la notizia relativa alle indagini della Procura di Pesaro sulla gestione dell’intramoenia da parte di Marche Nord, l’azienda ospedaliera di Pesaro e di Fano.” A dirlo è il deputato grillino Andrea Cecconi che enfatizza come “In realtà è una notizia che fa accapponare la pelle. Si parla, tra l’altro, di un sistema consolidato di abuso dell’attività libero professionale da parte di alcuni medici, che la svolgevano durante le ore di lavoro, venendo doppiamente retribuiti.”

“Il problema – prosegue Cecconi – è che, secondo gli inquirenti, non si tratta solo di una serie di atteggiamenti isolati finalizzati ad aggirare le regole, bensì di un sistema che non ha saputo dare alcuna spiegazione né dimostrare di aver adottato alcun controllo. Il Procuratore ha riferito che neppure i responsabili degli uffici stipendi sono stati in grado di giustificare certe voci di spesa.” Quanto alla soddisfazione del Procuratore per gli effetti positivi dell’indagine sullo svolgimento delle attività sanitarie in maniera più trasparente, Cecconi, da ex infermiere ed ex Capogruppo alla Commissione Affari Sociali della Camera, commenta così: “Sicuramente la Magistratura ha fatto un eccellente lavoro, ma non ci si può aspettare che si sostituisca ad una gestione dell’azienda sanitaria ordinaria. Qua ci sono dirigenti che piangono, anche giustamente, i tagli statali ma che poi permettono una tale indiscriminata ruberia delle risorse pubbliche. In un’azienda privata, una tale incapacità dirigenziale verrebbe punita.”

“In questa situazione – conclude – chi subisce le conseguenze è sempre la cittadinanza, che si vede privata di servizi essenziali per una congenita carenza di fondi. Mi domando cosa abbia da dire l’ex Sindaco di Pesaro, Luca Ceriscioli, che come Governatore si è tenuto la delega alla Sanità. Queste storture sistematizzate avvenivano proprio sotto il suo naso, durante i 10 anni in cui ha governato la città, e lui non si è accorto di nulla? Di fronte ad una classe di dirigenti talmente negligente da permettere lo sviluppo e il radicamento di un simile sistema, non c’è nessuno che prenda dei provvedimenti a tutela del bene pubblico e dei cittadini, che del sistema sanitario sono i principali utenti. È una cosa vergognosa.”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>