Gianni Morbidelli a Singapore sfiora un altro podio, ma è addio al titolo

di 

22 settembre 2015

La diciottesima gara della stagione del campionato turismo TCR International Series, disputata ieri a Singapore prima del Gran Premio di Formula 1 vinto dalla Ferrari di Sebastian Vettel si è conclusa con un monologo delle SEAT Léon e la vittoria dello spagnolo Jordi Gené, che ha preceduto lo svizzero Stefano Comini e l’altro iberico Pepe Oriola. I tre in ordine sparso sono anche i primi della classifica generale e per i piloti Honda WestCoast Racing l’essere arrivati alle soglie del podio, con Gianni Morbidelli quarto e l’americano Kevin Gleason quinto, non sarà con ogni ragionevole probabilità sufficiente a mantenerli in lizza per il titolo, quando ci sono quattro sole gare da disputare e venticinque punti al vincitore. Morbidelli, ancora debilitato dalla febbre dopo il terzo posto del sabato, ha provato a rimontare pur partendo dietro sulla griglia invertita, ma dal quarto giro all’ottavo è rimasto bloccato dietro alla SEAT di Lorenzo Veglia e quando ha superato il giovanissimo rivale italiano i tre rivali in lotta per il titolo erano ormai irraggiungibili per la Honda Civic TCR della svedese WestCoast Racing.

L’OPINIONE DI GIANNI SU SINGAPORE:

“Anche domenica a Singapore ero messo abbastanza male fisicamente: avevo ancora febbre, ma ho sofferto di più nella corsa di sabato sera. Definirei quella di ieri una gara abbastanza mediocre: partendo dietro sulla griglia invertita all’inizio sono riuscito a sorpassare tre avversari nei primi tre giri, ma poi ho perso troppo tempo dietro alla SEAT di Veglia ed il podio era fuori dalla mia portata, e con questo è andata in fumo ogni possibilità di titolo. Nelle prossime gare in Thailandia ed a Macao potrò solo puntare a portare a casa dei successi parziali da aggiungere ai tre già ottenuti. Peccato, ma è così che vanno le corse”.

GARA DUE

1.  J. Gené (SEAT Léon)

2.  S. Comini (SEAT Léon)

3.  P. Oriola (SEAT Léon)

4.  G. MORBIDELLI (Honda Civic)

5.  K. GLEASON (Honda Civic)

6.  L. Veglia (SEAT Léon)

7.  M. Grachev (Volkswagen Golf)

8.  L. Hezemans (SEAT Léon)

IL CAMPIONATO

1.  S. Comini 264 punti

2.  P. Oriola 253 p.

3.  J. Gené 234 p.

4.  G. MORBIDELLI 217 p.

5.  K. GLEASON 201 p.

6.  A. Belicchi 164 p.

7.  S. Afanasyev 110 p.

8.  M. Nykyaer 100 p.

Un commento to “Gianni Morbidelli a Singapore sfiora un altro podio, ma è addio al titolo”

  1. Stefano MATTOGNO scrive:

    Grandissimo Gianni fisico, mente e cuore da ragazzino, talento da grande…..orgoglio Pesarese prima che Italiano…..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>