Fano, arriva la convenzione per il controllo di qualità dell’aria nella zona industriale. Centralina attiva da giugno

di 

25 settembre 2015

foto convenzione 25 settembre 2015FANO – Questa mattina, presso il Comune di Fano, è stata firmata la convenzione tra Regione Marche, Comune di Fano, Arpam, Asur e ditta Profilglass per la realizzazione e l’attivazione di una centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria. La centralina sarà attiva da gennaio 2016 e verrà ciclicamente posizionata in quattro stalli differenti, collocati tutti all’interno dell’area industriale. I dati, una volta validati, saranno resi pubblici in modo da garantire la massima trasparenza e la possibilità per i cittadini di verificare direttamente l’andamento dei monitoraggi. La convenzione è il punto di arrivo di un lungo percorso di tavoli tecnici ospitati dall’assessore all’Ambiente del Comune di Fano Samuele Mascarin fin dal mese di giugno e rappresenta un passaggio importante e, per molti aspetti, senza precedenti nella nostra città, volto a tutelare ambiente e salute dei cittadini attraverso un’azione sistematica di controllo h24. All’incontro per la firma del convenzione hanno partecipato, tra gli altri, il VicePresidente del Consiglio Regionale Renato Minardi e l’Ufficio Ambiente del Comune di Fano.

Il plauso di Sinistra Unita

“E’ la prima volta – scrivono Rita Carnaroli e Filippo Carloni, rispettivamente coordinatrice e responsabile organizzazione di Sinistra Unita Fano – che a Fano si fa un intervento così strutturato per il controllo dell’aria e, di riflesso, per la salute e l’ambiente in
un’area critica come quella industriale. Rappresentiamo in questo una
“buona pratica” anche a livello regionale, portata ad esempio
dall’Ufficio Ambiente della Regione. Quelli che adesso sono impegnati nella caccia alle streghe in una zona che non è nemmeno di competenza comunale potrebbero riflettere come è  accaduto che a Fano siamo passati da nessun controllo ad una centralina per il monitoraggio dell’aria che trasmette pubblicamente i dati  raccolti.
All’opposizione che chiede improbabili dimissioni, che cerca con
insistenza appigli per alimentare polemiche; che invece di affrontare i
problemi della città, si concentra sulla definizione giuridica di
“assessore”, sbagliandola, pur avendo occupato quella carica per anni;
fa il paio la Fano che in silenzio e senza troppi clamori cerca di
migliorare la vita dei cittadini. É la risposta migliore alle sterili
polemiche di questi giorni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>